QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 20°30° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 22 luglio 2017

Cultura giovedì 06 luglio 2017 ore 11:50

Matilde di Canossa e l'Abbazia

Matilda di Canossa e l’Abbazia del San Salvatore: sabato 15 luglio una conferenza della professoressa Michèle Kahn Spike

ABBADIA SAN SALVATORE — Un importante evento culturale ad Abbadia San Salvatore. Sabato 15 luglio, ore 17, presso il museo dell’abbazia del SS. Salvatore, la professoressa Michèle Kahn Spike, docente alla Marshall–Wythe School of Law presso il College William & Mary (la più antica scuola di diritto degli Stati Uniti d’America, con sede a Williamsburg, Virginia), sarà ad Abbadia per una conferenza intitolata: “Matilda di Canossa e Pepo legis doctor: il rinnovo dei libri di diritto compilati dall'imperatore Giustiniano”.

Gli studi della professoressa Spike hanno rinvenuto due documenti, uno datato 7 giugno 1072 a Caleraki e l'altro datato 9 febbraio 1078 a Puntiglo in cui Pepo (monaco di San Salvatore al Monte Amiata) appare in veste di avvocato dell'abate Mauro in un placito nel quale è presente la Contessa.

L’Abbazia fu molto importante per Matilda poiché fondamentale luogo di conservazione dei libri di legge romana e come "locus" di Pepo legis doctor, esperto nei libri di diritto giustinianeo. 

Seguendo i documenti è possibile che Matilda avesse deciso di portare Pepo con sé a nord degli Appennini poiché il quarto documento in cui appare Pepo fu redatto a Ferrara in data 25 novembre 1080. 

Pepo fu il primo lettore di diritto romano a Bologna, insegnante di Wernerius (Irnerio, considerato uno dei padri dell'Università).

A prologo della conferenza, l’introduzione del professor Giovanni Minnucci (Università di Siena) su “L’importanza della riscoperta del diritto romano nell’età medievale”.

“Siamo davvero felici – Afferma l’Assessore alla cultura di Abbadia, Luca Ventresca – che la professoressa Spike ci abbia fatto l’onore di tornare nel nostro paese per presentare i risultati dei suoi studi, dopo averla già visitata in passato proprio per poter approfondire il rapporto tra Matilda di Canossa e la nostra abbazia. Crediamo che l’occasione, oltre ad essere un importante evento culturale all’interno della rassegna Sub Umbra Castanearum, sia anche un fondamentale momento per riaprire una riflessione sull’importanza che la nostra abbazia ha avuto nel passato come centro culturale, capace di essere un vero e proprio faro e di imprimere anche grandi innovazioni alla società medievale”.

Michèle Spike è considerata una delle figure più esperte al livello mondiale sulla storia e la vita della contessa di Canossa. Il suo libro Tuscan Countess, The Life and Extraordinary Times of Matilda of Canossa (pubblicato nel 2004, tradotto in italiano e pubblicato a Reggio Emilia nel 2007) è considerato uno dei lavori più completi e attuali sulle vicende della Grancontessa. Opera alla quale ha fatto seguito, nel 2015, il libro Illustrated guide to the "One hundred churches" of Matilda di Canossa, countess of Tuscany. Nel 2016, in collaborazione con il Muscarelle Museum of Art of the College of William & Mary, ha curato la mostra intitolata: Matilda di Canossa, la donna che mutò il corso della storia, presso la Casa Buonarroti a Firenze; mostra accompagnata da un catalogo bilingue (italiano-inglese). 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità