QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 13°15° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
domenica 24 settembre 2017

Sport martedì 13 giugno 2017 ore 20:54

Morto Vasco Spennacchi, mito del ciclismo

E' scomparso a ottantuno anni Vasco Spennacchi, mito del ciclismo dilettantistico. L'ultimo saluto mercoledì a Campiglia d'Orcia

CASTIGLIONE D'ORCIA — Un malore improvviso qualche giorno fa, la corsa in ospedale a Siena e le cure intensive non sono servite a Vasco Spennacchi, mito del ciclismo dilettantistico della provincia senese, e non solo, che se n’è andato nel pomeriggio di lunedì. 

Ottantuno anni ben portati e una presenza costante sulle strade della Val d’Orcia e nelle gare per la sua categoria fino ai giorni precedenti l’inatteso epilogo, avrebbe partecipato domenica scorsa anche alla gran fondo dedicata a Primo Volpi, divenuto quest’ultimo professionista ai tempi di Bartali e Coppi e nato anche lui nel comune di Castiglione d’Orcia. 

Vasco amava molto la bicicletta e non perdeva occasione per macinare decine e decine di chilometri, come allenamento certo, ma non di meno per il piacere che provava nel salire sulle due ruote e pedalare. 

Innumerevoli le vittorie e i premi raccolti nella sua lunghissima carriera, così come la partecipazione a gare prestigiose (negli ultimi anni anche l’Eroica nel Chianti). 

Negli anni '70 punta di diamante della “Orciamobili” di Ottorino Terzuoli a Castiglione, successivamente con la “Etruria” di Varis Agnelli a San Quirico d’Orcia, lasciava spesso a bocca aperta e dietro di sé anche colleghi e ciclisti più giovani di lui durante le lunghe “passeggiate” per la Val d’Orcia. 

Mercoledì 14 giugno alle 16,30 è previsto l’ultimo saluto nella chiesa di Bagni San Filippo, poi la tumulazione nel camposanto della vicina Campiglia d’Orcia. 

Vasco Spennacchi (foto Fabio Pellegrini)

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cultura