QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 11°14° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
mercoledì 20 settembre 2017

Attualità martedì 11 luglio 2017 ore 16:49

Il primo comune "cardioprotetto" della provincia

​Cinigiano, primo comune cardioprotetto della provincia, con defibrillatori in ogni paese, collegati in rete con servizio di telecontrollo

CINIGIANO — Cinigiano è un comune cardioprotetto. In ogni frazione sono stati installati defibrillatori DAE Powerheart G5 di Cardiac Science, dotati di un localizzatore GPS, collegati in rete con servizio di telecontrollo h24, per intervenire tempestivamente nei casi di arresto cardiaco improvviso. 

Presto - spiegano in comune - partiranno i corsi gratuiti, organizzati in collaborazione con l’amministrazione comunale, rivolti ai cittadini per ampliare la rete dei volontari abilitati all’uso del defibrillatore.

Sono 14 gli apparecchi, acquistati dalla Misericordia di Cinigiano, capofila del progetto, con il sostegno del Gruppo Donatori Fratres, della Fondazione Bertarelli e di altre associazioni e sponsor locali. L’investimento complessivo è di 47mila euro per l’acquisto, l’assistenza per 4 anni e l’assicurazione su furto e atto vandalico.

“La presenza sul territorio di queste 14 postazioni può fare la differenza –  Romina Sani, sindaco di Cinigiano – con immenso piacere e con un pizzico d’orgoglio possiamo dire di essere il primo comune della provincia di Grosseto dotato di un sistema così strutturato e controllato in remoto tramite gps, per garantire sempre il perfetto funzionamento di ogni apparecchio. Un plauso alla Misericordia e a tutte le associazioni che hanno unito le forze per trasformare in realtà questo importante progetto. Il Comune ha messo a disposizione la rete elettrica e la rete internet per alimentare le postazioni pubbliche DAE e contribuirà a far partire i corsi di formazione gratuiti per la popolazione. Invito tutti i cittadini a partecipare a questi corsi. Sicuramente parteciperò anche io”.

L’arresto cardiaco improvviso è una delle principali cause di morte nel mondo, con il 60 per cento dei decessi che avviene fuori dagli ospedali. In Italia, mediamente 200 persone al giorno vengono colpite da arresto cardiaco. 

Avere nelle immediate vicinanze della persona in pericolo di vita un defibrillatore ad uso pubblico, gestito da personale volontario adeguatamente formato, consente di colmare il gap temporale tra la chiamata del 118 e l’arrivo dei professionisti del soccorso. 

Se si interviene con il defibrillatore nei primi 3 minuti dall’arresto cardiaco aumentano, infatti, del 75% le possibilità di sopravvivenza per l’individuo. 

E’ da queste premesse che nasce l’esigenza di un sistema d’emergenza territoriale strutturato per una rianimazione cardiovascolare precoce. 

Il DAE acronimo che sta per defibrillatore automatico esterno, è in grado di interpretare il ritmo cardiaco con una sensibilità elevata (vicina al 100%) che consente una veloce defibrillazione solo in caso di necessità, scongiurando l’avvio di impulsi elettrici, se non strettamente necessari.

“Uno dei punti di forza di questo strumento è la sua facilità d’uso –spiega Luigi Galassi, governatore della Misericordia di Cinigiano - che amplia a dismisura la rete dei possibili soccorritori: qualsiasi cittadino che abbia seguito il corso di formazione può diventare un soccorritore volontario. Per questo abbiamo pensato non solo ad acquistare e posizionare le postazioni DAE nei punti strategici dei nostri paesi, ma anche alla formazione dei volontari. Nella prima fase sono stati formati 80 volontari di livello avanzato. Il passo successivo sarà quello di far partire i corsi gratuiti di formazione per i cittadini di Cinigiano, con il sostegno dell’amministrazione comunale, allargando così la rete dei volontari abilitati all’uso del defibrillatore. Sarebbe interessante l'anno prossimo attivare delle iniziative anche nelle scuole. Bisogna costruire una cultura intorno alla defibrillazione precoce e allo stesso tempo è necessario disporre di apparecchiature affidabili e durature nel tempo”.

Cardiac Science è una multinazionale americana, leader del settore a livello mondiale, che in Italia ha la filiale da cui gestisce il mercato sud europeo. In Toscana il partner ufficiale dell’azienda è Sienamedical di Stefano Riccucci, azienda storica del settore medicale.

I punti dove sono posizionati i DAE a Cinigiano:

Cinigiano: 1 all’esterno del palazzo comunale; 1 all’esterno della sala mensa della scuola primaria; 1 alla palestra della scuola primaria

Castiglioncello Bandini: 1all’esterno dell’ambulatorio medico;

Monticello Amiata: 1 all’esterno dell’ambulatorio medico; 1 a Chiasso Buio postazione ex cabina telefonica;

Sasso d’Ombrone: 1 all’esterno della casa salute;

Porrona: 1 installazione modem nei pressi reception Castel Relais;

Poggi del Sasso; 1 all’esterno ambulatorio medico; 1 all’interno Cantina Colle Massari; 1 all’interno Agriturismo Montecucco; 1 al Castello Colle Massari;

Piantaverna: 1 all’esterno dell’abitazione Stivaletti/Ranieri;

Borgo Santa Rita 1 all’esterno del bar “Il Villaggio”.

Nelle foto in allegato le postazioni DAE; il sindaco Romina Sani e il Governatore Luigi Galassi 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità