QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 13°13° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
giovedì 23 novembre 2017

Spettacoli lunedì 10 luglio 2017 ore 12:57

Aspettando Jazz & Wine con Frank Zappa

​Giovedì 13 luglio al Castello Banfi di Montalcino, un nuovo appuntamento con la grande musica. La Tankio Band omaggia Zappa

MONTALCINO — La musica di Frank Zappa e il suo assoluto genio artistico, sono i protagonisti di “Aspettando Jazz & Wine”, appuntamento che giovedì 13 luglio anticipa la ventesima edizione del festival nato dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma e il Comune di Montalcino

A far rivivere il poliedrico universo di Zappa con verve ed ironia, all’interno delle storiche mura di Castello Banfi a Montalcino arriva la Tankio Band di Riccardo Fassi (pianoforte, arrangiamenti), con Manlio Maresca (chitarra), Pierpaolo Bisogno (vibrafono), Steve Cantarano (contrabbasso) e Pietro Iodice (batteria).

La formazione - si apprende dalla scheda - è dotata di uno straordinario temperamento, si distingue per il carattere originale delle sue proposte che fondono mirabilmente jazz orchestrale, avanguardia, funk e molto altro.

Sul palco, ospite d’eccezione della TANKIO BAND, Napoleon Murphy Brock (voce, sax tenore, flauto), front man dello stesso Zappa e interprete carismatico del suo universo musicale, che collaborò con lui tra il 1974 ed il 1984. 

Tra le sue interpretazioni, indimenticabile quella del personaggio dell'Evil Prince nell'album-musical Thing-Fish, pubblicato da Zappa nel 1984. Dopo la morte del chitarrista, avvenuta nel 1993, Brock ha partecipato a importanti progetti musicali quali The Grandmothers e Zappa Plays Zappa. 

Oltre che come cantante e polistrumentista, Brock è conosciuto come compositore e produttore musicale.

“Frank Zappa - afferma Riccardo Fassi -, è una delle figure più stimolanti e discusse del panorama musicale contemporaneo. In quasi 30 anni di attività ha scritto, suonato e inciso una grande varietà di musiche dando un enorme contributo all’evoluzione non solo del rock, ma di tutta la musica moderna. 

Arrangiare le composizioni di Frank Zappa per la Tankio Band, è per me un interessantissimo lavoro di riflessione su materiale che raramente è stato suonato dai jazzisti e che invece merita una ricerca più approfondita. Il programma di questo progetto prevede l’esecuzione delle più importanti pagine zappiane dagli anni dell’esordio ad oggi”.

La ventesima edizione di Jazz & Wine in Montalcino prenderà invece il via martedì 18 luglio come tradizione nel meraviglioso Castello Banfi, con Yakir Arbib Trio

Da mercoledì 19 luglio il festival si trasferisce nella trecentesca Fortezza di Montalcino con la Jazz & Wine Orchestra diretta da Mario Corvini, e due solisti d’eccezione. Nella prima parte sarà protagonista il trombone di Marcello Rosa con special guest Filippo La Porta (percussioni). Quindi il palco passerà a Stefano di Battista che con il suo sax dal blasone internazionale regalerà una performance dedicata al Be-Bop.

Giovedì 20 luglio alla Fortezza di Montalcino arriva il progetto ROBERT GLASPER EXPERIMENT con Robert Glasper, due volte Grammy Award e promessa della scena mondiale (tastiere), Mark Colenburg (batteria), Casey Benjamin (sassofono), Burniss Traviss II (basso), Mike Severson (chitarra)

Quindi la rassegna proseguirà venerdì 21 luglio con il ROY HARGROVE QUINTET. Considerato uno dei più autorevoli trombettisti jazz al mondo Roy Hargrove, affiancato da Justin Robinson (sax alto, flauto traverso), Tadataka Unno (pianoforte), Ameen Saleem (contrabbasso) e Quincy Philips (batteria), propone un viaggio nel grande jazz internazionale.

Le trombe uniche e trascinanti di Enrico Rava e Tomasz Stanko saranno protagoniste dell’appuntamento di sabato 22 luglio quando sul palco di Jazz&Wine, l’European Legends Quintet presenterà il nuovo progetto che lega i due artisti: musica scritta a quattro mani, per un jazz moderno, lirico ed emozionante. Con loro Dezron Douglas (basso), Gerald Cleaver (batteria) e Giovanni Guidi (pianoforte).

Il gran finale della ventesima edizione è affidato domenica 23 luglio al pianoforte di Danilo Rea e al suo “Something in our way”, un viaggio di note ed emozioni nei grandi successi dei Beatles e dei Rolling Stones riletti dalla sensibilità di Rea.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.45. Informazioni, prenotazioni e biglietti: 0577 84933

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca