QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 14°26° 
Domani 17°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 23 giugno 2018

Attualità venerdì 17 febbraio 2017 ore 09:57

A Scandicci si incontrano pellettieri e aziende

Porte aperte all’Alta Scuola di Pelletteria Italiana (di Scandicci) per mettere in contatto corsisti e aziende di settore



PIANCASTAGNAIO — La Scuola di eccellenza di Scandicci, e Gi Group-divisione Fashion & Luxury, dedicano un Open day alle imprese. Laboratori aperti, approfondimenti sui servizi offerti alle aziende comparto moda e lusso e sui fondi interprofessionali.

Un Open day - come si apprende dalla stessa scuola - dedicato alle aziende del settore e agli interlocutori del comparto fashion, moda e lusso, interessati a conoscere le nuove leve di talento tra i futuri tecnici pellettieri. Per questo l’Alta Scuola di Pelletteria Italiana, e Gi Group, organizzano un incontro, il prossimo 24 febbraio, nella sede di Scandicci, in Viuzzo del Piscetto 6/8, con orario 10,30-14, aprendo le porte della Scuola di riferimento nazionale per la formazione tecnicoprofessionale e la specializzazione in pelletteria.

L’opening avviene mentre è attivo il Corso di Formazione Professionale per Tecnici specializzati addetti al banco e alla macchina, organizzato da nella sede ASPI di Scandicci. Oltre a conoscere i risultati della collaborazione tra Gi Group e l’Alta Scuola di Pelletteria Italiana, le aziende avranno la possibilità di incontrare giovani di talento e vederli all’opera, visitare i laboratori, assistere alle lezioni e informarsi su tutte le opportunità, i servizi offerti e le sinergie attivabili tra la Scuola e le aziende (quali stage aziendali per studenti formati e specializzati, borse di studio, percorsi formativi su misura per i propri dipendenti).

Alle 12.30 interverrà Anna Ciampolini, National Sales Manager di Asset Management a Gi Group Company, che approfondirà la tematica relativa ai fondi interprofessionali, i contributi a cui le aziende possono accedere per finanziare la formazione dei propri dipendenti. L’ingresso è libero. Gradita la conferma della propria presenza. Info 055 756039

L'Alta scuola di pelletteria italiana nasce nel 2005 da un progetto dell’Associazione San Colombano per garantire un’alta formazione in pelletteria, proprio nel cuore della provincia fiorentina in cui viene prodotto il 60 per cento del fatturato mondiale della pelletteria di lusso e dove le aziende sono alla ricerca di personale altamente qualificato.

Diretta da Laura Chini e con l’attuale Presidenza di Chiara Corini, oggi ha per soci i Comuni di Bagno a Ripoli (FI), Pontassieve (FI) e Scandicci (FI), Confindustria Firenze, a cui si aggiungono BMB di Gianfranco Lotti, Céline e Gucci. 

ASPI, ormai da più di dieci anni, forma e specializza circa 400 tecnici pellettieri all’anno attraverso l’ampia offerta formativa: nelle due sedi di Scandicci e Pontassieve i corsi spaziano da quelli di base a quelli di specializzazione fino ad arrivare a quelli progettati su misura per i dipendenti delle aziende del comparto. 

L’obiettivo comune è dare la possibilità a chiunque la frequenti di poter entrare nel settore come tecnico specializzato e di fornire a chi già lavora gli aggiornamenti che servono per rendere le aziende più competitive. Interessanti anche i dati occupazionali di ASPI: nel 2012 il livello di occupazione è stato del 100 per cento, sceso poi mediamente di un 30 per cento, riduzione significativa dovuta alla contrazione generale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità