QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 16 dicembre 2019

Attualità lunedì 27 giugno 2016 ore 14:57

Fusione, un'opportunità per Castiglione

​Con una nota a firma dal segretario, Andrea Valenti, la sezione PD e Campiglia d’Orcia ha preannunciato l’avvio di una campagna di sensibilizzazione



CASTIGLIONE D'ORCIA — Sensibilizzazione ed ascolto verso il mondo associativo ed economico, con il coinvolgimento dei partiti politici e delle istituzioni, per ragionare delle opportunità che possono aprirsi con le fusioni.

"Un’amministrazione pubblica - sostiene Valenti - deve dare risposte concrete ai cittadini, erogando servizi e mettendo in campo azioni che puntino allo sviluppo economico ed al mantenimento della coesione sociale. E’ necessario superare vecchie concezioni, provando a costruire dei percorsi unitari con i comuni confinanti, che condividono con noi prerogative culturali, turistiche, agroalimentari, economiche e sociali; tutto questo senza aver paura di perdere la propria identità ma, anzi, accettando la sfida di far confluire le nostre caratteristiche in un progetto ambizioso, che possa essere volano per sviluppo ed investimenti".

Valenti continua dicendo che il Comune – pur riconoscendo l’impegno e gli sforzi dell’Amministrazione locale – si trova in oggettiva difficoltà, come molte piccole realtà, nell’erogare servizi e vive al tempo stesso il fenomeno dell’emigrazione delle giovani generazioni per mancanza di lavoro. Sono anche queste valide ragioni per cercare di creare condizioni tali da invertire questi indicatori negativi.

“Non vogliamo – chiosa Valenti – che nessun livello istituzionale sovraordinato arrivi ad imporci delle scelte obbligate; il futuro del nostro Comune vogliamo deciderlo insieme ai suoi cittadini, consapevoli di limiti e potenzialità, sapendoche le incentivazioni alle fusioni sono un valore aggiunto rispetto al mantenimento dei servizi, agli investimenti e per ridurre l’imposizione fiscale, mettendo in campo risorse per lo sviluppo”.



Cosa vedeva Santori dal palco e le proposte delle sardine

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Lavoro