QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 11°13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 16 dicembre 2019

Spettacoli mercoledì 15 marzo 2017 ore 09:58

“Otello, alzati e cammina”

Torna il teatro a Piancastagnaio con Gaetano Ventrigli. "Shakespeare rivivrà in un gioco serissimo tra le musiche di Johnny Cash e Ramazzotti"



PIANCASTAGNAIO — Dopo il concerto di musica sperimentale del duo Ooopopoioo a Piancastagnaio (Siena) arriva uno degli attori "più interessanti e potenti della scena contemporanea": Gaetano Ventriglia.

Ventriglia, foggiano d’origine e livornese di adozione, sarà l’unico protagonista di un classico “reinterpretato”, in cui Shakespeare rivivrà, grottesco, in un gioco serissimo tra le musiche di Johnny Cash e Ramazzotti.

Otello, alzati e cammina” - si apprende dalla scheda - deriva dalla tragedia shakespeariana: in una mescolanza di alto e basso, comico e lirico, Ventriglia (sempre più vicino a De Filippo nelle maschere facciali e nel carisma scenico) svela le debolezze del Moro che prestano il fianco alle insinuazioni di Iago.

Lo spettacolo è un continuo entrare e uscire dai personaggi e dalle scene, con l’attore che si aggira nel vuoto tirando fili esilissimi, invertendo continuamente gli stati d’animo, passando da momenti drammatici a battute e commenti con il pubblico.

Costruisce attorno a sé uno spazio immaginario e decostruisce Shakesperare facendo dialogare i suoi personaggi e i suoi gli umori, per poi sempre tornare a guardare il mare di Cipro: “che è una merda”.

In "Otello, alzati e cammina" vediamo un uomo approdato su un’isola nel momento sbagliato, pronto al combattimento, ma fuori tempo: si ritrova incapace di capire come affrontare la vita, come affrontare la bellezza e come parlare con Desdemona, che di tutto questo ne è l’incarnazione.

"A me - precisa l'autore - interessa la tragicomica di Otello. Iago non è interessante, lui fa il lavoro che fa il mondo. Iago, con Amleto, avrebbe fatto una brutta fine. Il mio Iago dice: io sono l’azzeratore, io posso cambiare nome alle cose, ma allora tutto ricomincia da capo, tutto ricomincia da zero. Dimmi la tabellina dello zero. Zero per zero uguale zero. Bravo! Esatto. Hai visto? Inizio della storia, fine della storia".

"'Otello alzati e cammina' è uno spettacolo straordinario perché straordinario è il suo autore, capace con la sua ironia allucinata e onirica di condurre l’animo di chi guarda negli abissi della miseria umana e contemporaneamente di farlo innalzare in un riso esplosivo. Un accostamento impossibile ma inevitabile, come quello che quotidianamente compie la vita tra farsa e tragedia". (Graziano Graziani)

Durante la serata sarà ancora possibile visitare la mostra dell’illustratrice Viola Niccolai, giovane artista amiatina. Viola è nata a Santa Fiora (Grosseto). Ha frequentato il corso di pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze e il biennio specialistico d’illustrazione all’Accademia di Bologna. 

È stata selezionata per la mostra degli illustratori della Fiera di Bologna 2012 e alla biennale d’illustrazione d’Ilustrarte nel 2014 e nel 2016. A settembre 2014 è uscito per Topipittori il suo primo albo illustrato, “La volpe e il polledrino”, su un racconto di Antonio Gramsci. 

Nel 2016 è uscito, sempre per Topipitori, il libro illustrato “Storia di Ba”. Ha inoltre collaborato con varie case editrici fra cui Feltrinelli, Corraini, Eli Readers, Helbling Languages e con riviste, come Hamelin, Ein Magazin (Cina) e con il NY Times.

Appuntamento sabato 18 marzo, ore 21.30, c/o Studio Trappola Acustica, Via Roma 384/A - Piancastagnaio. Info 347 4698861



Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Lavoro