Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE18°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità martedì 12 novembre 2019 ore 17:05

Festa della Toscana, tre eventi in programma

Si ricorda la riforma del 1786 di Pietro Leopoldo di Lorena che ha fatto della Toscana il primo stato al mondo in cui è stata abolita la pena di morte



SAN QUIRICO D'ORCIA — Tre appuntamenti per il Comune di San Quirico d’Orcia per celebrare la Festa della Toscana 2019. La festa commemorativa istituita dalla Regione Toscana (per il 30 novembre), per ricordare il giorno in cui ricorre l'anniversario della riforma penale promulgata, a quella data nel 1786, da Pietro Leopoldo di Lorena, Granduca di Toscana. Con questo atto la Toscana divenne il primo Stato al mondo in cui si abolì la pena di morte.

"Si tratta di una ricorrenza dall’alto significato e ricca di valori come quelli della pace, della giustizia e della libertà - sottolinea Marco Bartoli, assessore alla cultura del Comune di San Quirico d’Orcia. –. Una data storica per la Toscana e per l’umanità che è necessario tramandare alle future generazioni per mantenere quelli che sono i valori della nostra cultura a tutela dei diritti fondamentali dell’essere umano, il diritto alla vita e alla libertà individuale".

Il primo appuntamento è in programma per sabato 16 novembre (ore 21.30) all’Ottagono (Zona F), con “Cattivi”, spettacolo teatrale di Francesco Chiantese per Accademia Minima. "E’ molto facile considerare alla luce di un evento drammatico, subìto o provocato, l’intera biografia di una persona – sottolinea il regista Francesco Chiantese -. Per questo ci risulta difficile immaginare che un assassino abbia potuto amare, magari la sua stessa vittima, o che possa essere stato amato. Ci infastidisce sentire che i vicini di casa lo consideravano una brava persona, ci affrettiamo istintivamente in un modo di autoprotezione che appartiene alla nostra natura, a cancellare l’eventualità che l’assassino, il colpevole di delitti efferati, sia un uomo e non un mostro. Per questo diventa difficile ricordarci che gli stessi hanno dei diritti, delle necessità umane, non differenti dai nostri. In Cattivi, con la bottega teatrale di Accademia Minima, abbiamo lavorato a partire da questo cercando di relazionarci con cinque biografie complessissime e terribili. Dello stesso tema rifletteremo, in modalità differenti, in tutti e tre gli appuntamenti di questa Festa della Toscana 2019".

Giovedì 21 novembre (21.30), al Teatrino di Palazzo Chigi si terrà la proiezione del film “Dead Man Walking”. Terzo ed ultimo appuntamento in programma mercoledì 27 novembre (21.30) con il “Dialogo Collettivo sui diritti dell'uomo e Presentazione stagione teatrale” con Tisane e Biscotti, sempre al Teatrino di Palazzo Chigi.

Gli appuntamenti sono realizzati dal Comune di San Quirico d'Orcia in collaborazione con Accademia Minima con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In forte calo il numero dei casi registrati nelle ultime ore. Migliora anche la situazione in Val d'Elsa. I senesi in carico alla Asl sono 1218
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità