comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 13°23° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
martedì 07 luglio 2020
corriere tv
Salvini: «La Lucarelli sfrutta il figlio per fare politica»

Attualità venerdì 20 dicembre 2019 ore 07:00

​Santa Fiora: «La scuola è il più importante investimento per il futuro»

Un aiuto concreto alle famiglie e ai ragazzi per l'acquisto di libri, cartoleria e materiale didattico



GROSSETO — Risale al 2016 la decisione del Comune di Santa Fiora di stanziare finanziamenti per scuola e istruzione. Il piano prevedeva di stanziare 5.000 euro in Borse di Studio da assegnare a fine anno scolastico agli studenti che si erano dimostrati meritevoli.

A distanza di anni, il piano prosegue e anche le domande per l’anno 2019/2020 sono state consegnate.

Il riconoscimento pubblico, attraverso la borsa di studio, per gli alunni che hanno dato il massimo a scuola - spiega il sindaco Federico Balocchivuole essere un interessante stimolo non solo per i diretti interessati che riceveranno il premio, ma per tutta la comunità scolastica. Inoltre, con questa scelta, il Comune di Santa Fiora intende sottolineare il ruolo centrale e strategico che l’amministrazione comunale riconosce alla scuola per la crescita culturale, sociale e professionale della nostra comunità.

Il piano di borse di studio

Il finanziamento di 5.000 euro anche quest’anno verrà ripartito come segue:

  • 3 borse di studio da 200, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la prima media;
  • 3 borse di studio da 200, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la seconda media;
  • 3 borse di studio da 500, 300 e 200 euro per gli alunni che frequentano la terza media;
  • 2 borse di studio da 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la prima classe della scuola superiore;
  • 2 borse di studio da 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la seconda classe della scuola superiore;
  • 3 borse di studio da 250, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la terza superiore;
  • 3 borse di studio da 300, 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la quarta superiore;
  • 3 borse di studio da 700, 450 e 250 euro per gli alunni che frequentano la quinta superiore;

Si tratta di un importante contributo che non vuole soltanto incentivare i ragazzi allo studio ma vuole anche essere un aiuto per le famiglie ad affrontare le spese dell’acquisto di libri e articoli di cartoleria per la scuola.

Un segnale forte dell’impegno del Comune verso il futuro delle comunità in linea con le numerose iniziative che le altre realtà sul territorio si sono impegnate a portare avanti.

Toscana, regione virtuosa

L’esempio dato dal Comune di Santa Fiora si inserisce all’interno di una serie di provvedimenti e di investimenti che la Regione Toscana ha attuato nel ciclo di programmazione 2014-2020. In totale sono stati stanziati 732 milioni di euro, dei quali il 6% vincolato al raggiungimento di risultati specifici.

Finora ne sono stati investiti 688 milioni, il 25% dei quali nel settore dell’istruzione e della formazione, per un totale di oltre 2.000 interventi, nei quali si inserisce quello attuato dal Comune di Santa Fiora.

Al potenziamento e all’incentivazione scolastica si sono aggiunti anche progetti di orientamento scolastico e universitario e di alta formazione.

Una serie di iniziative i cui risultati sono stati riconosciuti dall’UE e sono valsi alla Regione Toscana il titolo di “Regione Virtuosa” e l’assegnazione di un ulteriore finanziamento bonus di 44 milioni di euro da parte del Fondo Sociale Europeo.

"Gli obiettivi sono stati non soltanto centrati ma addirittura superati, - commenta il Presidente della Regione Enrico Rossi - consentendoci non solo di evitare il disimpegno automatico ma anche di accedere alla cosiddetta 'premialità della riserva di efficacia'.”

In totale i fondi sono serviti a mettere in campo oltre 20.000 progetti finanziati che hanno coinvolto ben 720.000 destinatari, di cui l’80% era costituito da disoccupati, per il 54% donne.Santa Fiora: «La scuola è il più importante investimento per il futuro»

Risale al 2016 la decisione del Comune di Santa Fiora di stanziare finanziamenti per scuola e istruzione. Il piano prevedeva di stanziare 5.000 euro in Borse di Studio da assegnare a fine anno scolastico agli studenti che si erano dimostrati meritevoli.

A distanza di anni, il piano prosegue e anche le domande per l’anno 2019/2020 sono state consegnate.

Il riconoscimento pubblico, attraverso la borsa di studio, per gli alunni che hanno dato il massimo a scuola - spiega il sindaco Federico Balocchivuole essere un interessante stimolo non solo per i diretti interessati che riceveranno il premio, ma per tutta la comunità scolastica. Inoltre, con questa scelta, il Comune di Santa Fiora intende sottolineare il ruolo centrale e strategico che l’amministrazione comunale riconosce alla scuola per la crescita culturale, sociale e professionale della nostra comunità.

Il piano di borse di studio

Il finanziamento di 5.000 euro anche quest’anno verrà ripartito come segue:

  • 3 borse di studio da 200, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la prima media;
  • 3 borse di studio da 200, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la seconda media;
  • 3 borse di studio da 500, 300 e 200 euro per gli alunni che frequentano la terza media;
  • 2 borse di studio da 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la prima classe della scuola superiore;
  • 2 borse di studio da 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la seconda classe della scuola superiore;
  • 3 borse di studio da 250, 150 e 100 euro per gli alunni che frequentano la terza superiore;
  • 3 borse di studio da 300, 200 e 100 euro per gli alunni che frequentano la quarta superiore;
  • 3 borse di studio da 700, 450 e 250 euro per gli alunni che frequentano la quinta superiore;

Si tratta di un importante contributo che non vuole soltanto incentivare i ragazzi allo studio ma vuole anche essere un aiuto per le famiglie ad affrontare le spese dell’acquisto di libri e articoli di cartoleria per la scuola.

Un segnale forte dell’impegno del Comune verso il futuro delle comunità in linea con le numerose iniziative che le altre realtà sul territorio si sono impegnate a portare avanti.

Toscana, regione virtuosa

L’esempio dato dal Comune di Santa Fiora si inserisce all’interno di una serie di provvedimenti e di investimenti che la Regione Toscana ha attuato nel ciclo di programmazione 2014-2020. In totale sono stati stanziati 732 milioni di euro, dei quali il 6% vincolato al raggiungimento di risultati specifici.

Finora ne sono stati investiti 688 milioni, il 25% dei quali nel settore dell’istruzione e della formazione, per un totale di oltre 2.000 interventi, nei quali si inserisce quello attuato dal Comune di Santa Fiora.

Al potenziamento e all’incentivazione scolastica si sono aggiunti anche progetti di orientamento scolastico e universitario e di alta formazione.

Una serie di iniziative i cui risultati sono stati riconosciuti dall’UE e sono valsi alla Regione Toscana il titolo di “Regione Virtuosa” e l’assegnazione di un ulteriore finanziamento bonus di 44 milioni di euro da parte del Fondo Sociale Europeo.

"Gli obiettivi sono stati non soltanto centrati ma addirittura superati, - commenta il Presidente della Regione Enrico Rossi - consentendoci non solo di evitare il disimpegno automatico ma anche di accedere alla cosiddetta 'premialità della riserva di efficacia'.”

In totale i fondi sono serviti a mettere in campo oltre 20.000 progetti finanziati che hanno coinvolto ben 720.000 destinatari, di cui l’80% era costituito da disoccupati, per il 54% donne.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità