Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:31 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE10°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Attualità lunedì 28 dicembre 2020 ore 12:29

​Lavori Pubblici, come cambia la città in 3 anni

Il Consiglio comunale ha approvato il piano triennale dei lavori pubblici. Novità su opere attese dalla comunità



SIENA — Le coordinate sono: 2021-2023. Una finestra temporale per far crescere la città. E’ l’obiettivo del Piano triennale dei lavori pubblici approvato dal Consiglio comunale.
Disco verde del “parlamentino” senese anche all’ordine del giorno presentato dai consiglieri Tommaso Bartalini, Federico Minghi e Carlo Marsiglietti (Impegno Civico Siena), con cui si chiede “l’impegno di sindaco e giunta affinché, compatibilmente con le esigenze di variazione o aggiustamenti al bilancio, si provveda all’inserimento di un ulteriore progetto che preveda una riqualificazione degli spazi esterni della Fortezza Medicea e del piazzale interno”.
Durante la seduta consiliare l’assessore ai Lavori Pubblici Sara Pugliese ha confermato i principali obiettivi della programmazione 2020-2022 che tuttavia “vengono rielaborati alla luce dell’esperienza dell’ultimo anno”.

Il cronoprogramma per il 2021. Prevede il completamento della progettazione e l’avvio degli affidamenti di interventi infrastrutturali per risolvere alcune situazioni critiche di viabilità cittadina. Per gli interventi più grandi ereditati dal passato (tra cui San Miniato, San Marco), definita la riprogettazione complessiva, l’amministrazione comunale punta alla gara e ad affidare i lavori preferibilmente in modo unitario. 
Tra le opere in programma c’è la messa in cantiere di ulteriori interventi di restauro del Complesso museale Santa Maria della Scala, già al centro degli interventi in corso; investimenti cospicui in lavori di manutenzione stradale (asfaltature, lastricature, verifiche dei ponti, fognature) e di di riqualificazione e recupero marciapiedi. 

Sulla sicurezza degli edifici, Pugliese ha citato tra gli altri, i lavori di “adeguamento sismico degli edifici scolastici e di prevenzione incendi. La priorità è continuare, ferma restando la necessità di garantire la continuità didattica intesa come disponibilità di spazi”.

Verde pubblico, capitolo per il quale sono previsti “il recupero del parco di Villa Rubini per un milione di euro; la mappatura, da tempo attesa, delle alberature per un importo di 402mila euro e la riqualificazione dell’area di Fontegiusta per 100mila euro”.

Nel Piano sono indicati interventi collegati con l'ambiente e in particolare di bonifica e ripristino di aree inquinate. Sul patrimonio culturale e artistico, l’assessore Pugliese ha evidenziato “la priorità al primo lotto di interventi sulle Porte storiche della città e sugli infissi di Palazzo Comunale”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità