Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:11 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE14°27°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità domenica 27 dicembre 2020 ore 12:35

V-day: chi sono i primi vaccinati

Il medico del 118 Marcello Montomoli e l'infermiera Cecilia Nutini sono stati tra i primi a ricevere l'antidoto al Covid. Applausi e commozione



SIENA — Un applauso lungo e carico di emozione. Così al Policlinico Le Scotte è stato vissuto il momento più atteso: l’arrivo del vaccino anti-Covid e l’avvio della somministrazione al personale sanitario selezionato per dare l’avvio alla campagna che scatterà ufficialmente dal 2 gennaio secondo criteri, tabelle di marcia e tipologia di persone già fissati a livello nazionale.
Certo è che stamani alle Scotte l’arrivo delle dosi destinate ai primi 45 operatori sanitari, per la precisione 41 del Policlinico e 4 della Asl Tse, ha rappresentato il giro di boa, un cambio di passo strategico nella lotta al virus.
La definizione “momento storico” che da stamani rimbalza tra Careggi, Arezzo e Siena nei commenti dei vertici istituzionali e sanitari è la sintesi di ciò che sta avvenendo.

L’applauso di medici, infermieri e di tutto il personale ospedaliero è esploso fragoroso, quasi un atto liberatorio, quando sono state eseguite le somministrazioni ai primi quattro della lista di 45 persone che oggi riceveranno l’antidoto al Covid. Molta emozione nei volti di Marcello Montomoli medico del 118 e Cecilia Nutini, infermiera dell’Emergenza-Urgenza, i primi dipendenti dell’Azienda Sanitaria Toscana Sud-Est a essere sottoposti alla vaccinazione, ma anche la consapevolezza di interpretare l’impegno della comunità scientifica e dei ricercatori che, soprattutto a Siena, hanno contribuito in maniera determinante agli studi sul Covid e alla progressione delle terapie, come del resto la ricerca innovativa del professor Ruoppoli ha dimostrato. Insieme a lui, sono tanti i ricercatori che da un anno lavorano senza sosta per trovare la soluzione necessaria a superare la pandemia.

Alle operazioni di vaccinazione hanno partecipato tra gli altri i vertici del Policlinico Le Scotte con il direttore sanitario Roberto Gusinu e per la Asl Tse il direttore amministrativo Francesco Ghelardi, il sindaco di Siena Luigi De Mossi e il rettore dell’Ateneo Francesco Frati. 

Alle Scotte è atteso l’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini che stamani insieme al governatore toscano Eugenio Giani ha atteso l’arrivo delle dosi di vaccino all’ospedale di Careggi. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, il dato è in controtendenza rispetto all'andamento del contagio nelle altre nove province toscane. Gli attualmente positivi sono 347
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità