comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 13°22° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Passo dello Stelvio: 30 centimetri di neve a inizio agosto

Attualità domenica 22 dicembre 2019 ore 17:05

Cassia franata, la Toscana reclama la gestione

La manutenzione del fiume Paglia che ha causato il crollo affidata a un consorzio laziale. Rossi: "Quella zona passi a un consorzio toscano"



FIRENZE — Il crollo della Cassia avvenuto ieri nel tratto tra Abbaida San Salvatopre e Radicofani è stato l'evento più grave nel corso dei due giorni di maltempo in Toscana. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi nel corso di una riunione alla Soup, la Sala Operativa Permanente della Protezione Civile a Firenze. Il governatore toscano, ieri, dopo il crollo, aveva proclamato lo stato di allerta regionale. 

"Quella parte del fiume Paglia è sotto la gestione del Consorzio Idraulico della Val di Paglia, un consorzio laziale - ha detto Rossi - Il Paglia doveva quindi essere ripristinato dal consorzio laziale, ma non è avvenuto. Ci risulta che l'Anas avrebbe sollecitato il consorzio laziale a velocizzare la messa in sicurezza della strada, essendo prevedibile che con un evento come questo le acque potevano farne franare un pezzo. Noi chiediamo che anche quella zona della Toscana sia gestita da uno dei sei consorzi toscani. Adesso c'è una ditta che sta lavorando per la somma urgenza. All'Anas abbiamo chiesto di intervenire anche sulle due strade provinciali che, in quella zona, possono offrire una viabilità alternativa". 

"Domani pomeriggio - ha concluso Rossi - svolgeremo una riunione con le Amministrazioni locali e con l'Anas proprio sulla fran a della via Cassia e più in generale sulla viabilità di quella parte di Toscana”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità