Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE9°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turisti feriscono due cuccioli d'orso per farsi un selfie

Attualità sabato 06 gennaio 2024 ore 11:10

Epatite C, oltre 41mila toscani ai test di screening

test pungidito
Il test si effettua con semplice 'pungidito'

E' tempo di bilanci per la campagna di prevenzione regionale giunta alla conclusione della sua prima fase. E la seconda è già alle porte



TOSCANA — Sono stati 41.582 i toscani che hanno aderito alla prima fase della campagna di screening sull’epatite C appena conclusa, mentre è già in via di predisposizione la seconda fase che consentirà a quanti fra 34 e 54 anni non l'avessero ancora fatto di accedere ai test gratuiti.

Ma intanto per la prima fase è tempo di bilanci. Su 41.582 test effettuati sulla popolazione generale in 4 mesi, da Settembre fino alla fine di Dicembre 2023, i positivi sono stati 205, percentuale in linea con la diffusione della malattia. 

La popolazione invitata a sottoporsi a controllo, decisa dal Ministero della salute, era quella dei nati dal 1969 al 1989. A questi vanno aggiunti i test sulla popolazione carceraria e sugli utenti dei Serd, ovvero chi ha una dipendenza patologica da sostanze, in elaborazione e contabilizzati a parte.

Epatite C: diffusione, diagnosi, cura

L'epatite C si trasmette mediante contatto con sangue infetto. Aumenta il rischio di sviluppare malattie reumatologiche e del sangue, come il linfoma, malattie cardovascolari e diabete mellito

Oggi però l’epatite C si può curare e il test rapido, basta una goccia di sangue prelevata con un pungidito, permette di diagnosticare per tempo l’infezione del fegato che, altrimenti, rimarrebbe a lungo silente. In questo modo chi risultasse positivo può accedere ad un percorso di cura.

“Per riuscire a diagnosticare l’epatite C per tempo gli screening sono essenziali – ricordano il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessore regionale al diritto alla salute Simone Bezzini -. Per questo abbiamo voluto questa campagna, resa possibile grazie al lavoro dei settori dell’assessorato che hanno contributo all’organizzazione e alla riuscita della campagna e alla disponibilità dei professionisti delle Asl e delle associazioni di volontariato, Misericordia, Anaps Toscana e Croce Rossa Italiana, che hanno offerto in questi quattro mesi il test gratuito".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Agricoltura in allarme per il brusco calo delle temperature che rischia di danneggiare le piante spinte alla fioritura dal caldo dei giorni scorsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità