comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 13°23° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
martedì 14 luglio 2020
corriere tv
Recovery Fund, Merkel: «Ci sono divergenze, ma puntiamo a trovare l'accordo»

Attualità giovedì 18 giugno 2015 ore 16:37

Floramiata Servizi, presentato nuovo ricorso

Tenuto conto degli sviluppi, Floramiata ha dato vita ad una nuova procedura che si appoggerà soprattutto sull’apporto di una nuova finanza



VALDORCIA — Dopo che il concordato di Floramiata spa aveva avanzato l’istanza di fallimento, l’amministratore di Floramiata Servizi, Fabio Montanari, ha ritirato il precedente ricorso per concordato preventivo e ne ha depositato uno nuovo, chiedendo i termini di legge per integrare la domanda e la relativa documentazione.

Alla luce di questa novità, il tribunale ha convocato per lo scorso 8 Giugno la società, chiedendo maggiori chiarimenti sul fondamento dell’iniziativa. All’udienza hanno partecipato il liquidatore giudiziale di Floramiata spa e i legali di Floramiata servizi, i quali hanno avuto modo di spiegare che la precedente procedura è stata abbandonata in quanto l’originale piano era stato superato dagli eventi e non risultava più attuale.

Nonostante risultati gestionali all’altezza delle previsione Floramiata Servizi si è trovata a fronteggiare oneri imprevisti, legati tra l’altro ad un contenzioso con l’Inps. Questo ha proposto un ricorso per cassazione e, nel frattempo, ha sospeso il versamento dei consistenti importi dovuti, rendendo così insostenibili i programmi economici già presentati in tribunale.

Floramiata Servizi ha dunque abbandonato il vecchio concordato e ha dato vita ad una nuova procedura che si appoggerà soprattutto sull’iniezione di nuova finanza. Inoltre, Floramiata Servizi intende chiudere al più presto le trattative già avviate per l’ingresso di nuovi soci nella compagine sociale.

Indipendentemente da questi, comunque, l’attuale socia unica, srl Sogeco, ha già dato concreta attuazione al cambio di passo nella gestione della procedura concordataria assicurando il proprio impegno diretto per il pagamento di un cospicuo importo – circa 500 mila euro - al Concordato Preventivo di Floramiata spa.

Floramiata Servizi ha sottolineato al Tribunale che un obbligo di questo genere esclude qualsiasi finalità di rinvio, dato che Sogeco non avrebbe mai assunto oneri finanziari di questa dimensione se l’obiettivo del nuovo ricorso fosse stato solo quello di spostare di qualche mese la dichiarazione di fallimento.

Fabio Montanari si mostra fiducioso nell’accoglimento di questa seconda domanda, rilevando che la dichiarazione di fallimento segnerebbe la definitiva fine dell’azienda, dato che le piante in serra sarebbero irrimediabilmente rovinate da un blackout gestionale anche di un solo giorno.

Un fallimento sarebbe del resto incompatibile anche con gli interessi dello stesso Concordato di Floramiata spa, che si appoggia sul definitivo trasferimento della proprietà delle serre proprio a Floramiata Servizi.

Piancastagnaio 16/06/2015: Intervista esclusiva col Dott. Montanari A.D. Floramiata


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità