QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 10°21° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
mercoledì 26 settembre 2018

Lavoro lunedì 24 ottobre 2016 ore 14:00

Sul lavoro massimo impegno della Regione

L'assessore regionale alla formazione e al lavoro Grieco ha incontrato Simoncini, consigliere le politiche del lavoro con i sindacati Cgil, Cils e Uil



AMIATA — Le organizzazioni sindacali erano preoccupate circa le questioni legate al mantenimento degli ammortizzatori sociali in questa delicata fase di passaggio caratterizzata dalla complessa attuazione di tutti gli adempimenti previsti dai piani di reindustrializzazione.

Ed è attesa a breve la circolare del Ministero del lavoro circa gli ammortizzatori in deroga, primo passo indispensabile per poter procedere velocemente alla firma dell'accordo regionale che li renderà operativi.

Tra le notizie positive figura anche l'imminente pubblicazione dei bandi sulla formazione con una disponibilità di 500.000 euro per l''area livornese e di 200.000 per quella dell'Amiata.

Gianfranco Simoncini ha informato i sindacati dello stato di avanzamento dell'Accordo di programma, il cui atto finale è stato sottoscritto giovedì scorso a Roma dal presidente Rossi, dai ministri Calenda e Delrio e dal sottosegretario alla presidenza De Vincenti, oltre a numerosi altri soggetti.

L'assessore Grieco e il consigliere Simoncini hanno poi fornito informazioni circa le modifiche al decreto correttivo del Job act e all'accordo raggiunto al riguardo, che consentirà nelle quattro aree di crisi regionale di concedere

tre mesi di mobilità aggiuntiva a quei licenziati che negli ultimi 12 mesi hanno terminato le misure di protezione sociale e di sostegno al reddito, oltre che a coloro che termineranno gli ammortizzatori entro la fine di quest'anno.

Quanto alla cassa integrazione in deroga nelle aree di crisi regionale e anche per le aziende sotto i 15 dipendenti, che la normativa nazionale escluderebbe dai benefici, la Regione Toscana si è battuta per avere altri tre mesi di cassa in deroga. Questo sarà possibile a condizione che i trattamenti inizino entro la fine dell''anno, visto che la Cig in deroga non sarà più attiva a partire dal 1 gennaio 2017.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca