QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 19°21° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 26 agosto 2019

Cultura venerdì 02 dicembre 2016 ore 16:40

La cultura orientale al Castello Aldobrandesco

Nasce il museo d’arte e cultura orientale, primo del genere nella provincia di Grosseto; ‘Maco’ è nel complesso medievale del Castello Aldobrandesco



ARCIDOSSO — In vista dell’inaugurazione, che si terrà sabato 10 dicembre, il Consiglio regionale della Toscana ospita una conferenza stampa, lunedì 5 dicembre, alle 12, in sala Barile del palazzo del Pegaso.

Il Museo di Arte e Cultura Orientale è un progetto ideato dal professor Chögyal Namkhai Norbu, studioso di fama internazionale, autore di oltre 250 pubblicazioni. Namkhai Norbu ha raccolto con la propria famiglia una collezione privata costituita da molteplici reperti: opere d’arte, oggetti di artigianato e di costume, oggetti votivi di valore culturale ed etnografico, importanti fondi documentari e documenti riguardanti le sue ricerche e gli studi sulla cultura himalayana e centro asiatica. 

La collaborazione è di lunga data: dal 1981, la comunità di Merigar riunisce, grazie al maestro tibetano Namkhai Norbu, persone interessate agli studi e alle pratiche dello Dzogchen, uno degli insegnamenti più antichi della tradizione spirituale tibetana. Dopo l’inaugurazione, Arcidosso dedicherà all’iniziativa una settimana di eventi, dal 12 al 18 dicembre.

Alla conferenza stampa, lunedì al palazzo del Pegaso, interverranno il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, il sindaco di Arcidosso, Jacopo Marini, il direttore del Museo, Alex Siedlecki, il presidente della Comunità Merigar, responsabile delle relazioni istituzionali dell’associazione Dzogchen, Fabio Risolo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca