QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 16° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
venerdì 22 marzo 2019

Cronaca giovedì 21 settembre 2017 ore 17:28

Campiglia piange la scomparsa di Massimo Venturi

Ha suscitato profondo cordoglio, nei molti che lo avevano conosciuto, la scomparsa di Massimo Venturi, avvenuta a Siena dopo un'operazione



CASTIGLIONE D'ORCIA — Ha suscitato profondo cordoglio nei moltissimi che lo avevano conosciuto e stimato, la scomparsa di Massimo Venturi, avvenuta all’età di 69 anni a Siena, dopo un intervento chirurgico. 

Bancario di lungo corso, aveva prestato servizio fra le altre nelle filiali del Monte dei Paschi di Siena di Arcidosso e Castel del Piano nel versante dell’Amiata grossetano e, infine, a Pienza

Era stato consigliere di opposizione del Comune di Castiglione d’Orcia per la Democrazia Cristiana negli anni “80-“90 (con l’amico Graziano Battisti capogruppo); al suo arrivo in paese don Antonio Bartalucci lo coinvolse nella gestione Parrocchia: fu componente del consiglio pastorale prima e poi rimase sempre in quello per gli affari economici, incarichi che ha svolto con attenzione, equilibrio e pacatezza, senza tirarsi indietro e non rinunciando a esprimersi con correttezza ma anche in modo autorevole quando lo riteneva necessario. 

Nel tempo libero aveva mantenuto la passione per la caccia, che praticava a livello sportivo nel vero senso del termine, più che altro per stare a contatto con la natura. 

Il suo matrimonio con Alessandra Franchetti si stava avviando con tranquillità verso i nove lustri e la sua vita scorreva tra gli affetti familiari, con attenzioni e premure rivolti alla moglie, verso la figlia Francesca e la nipote Giulia. 

I problemi di salute non lo avevano cambiato, anche se giustamente lo preoccupavano. E’ stato una persona ben voluta ed amata: la grande folla accorsa per salutarlo lo ha dimostrato, così come le commosse parole di ricordo amicale e di speranza cristiana pronunciate nell’omelia da don Antonio, che ha concelebrato il rito con don Aldo Lettieri, suo successore, fino al 2008, nella parrocchia campigliese. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità