comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 17°31° 
Domani 17°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
mercoledì 12 agosto 2020
corriere tv
Dj morta, l'entomologo: «Gli insetti ci possono dare un tempo vicino a quello della morte»

Attualità lunedì 06 luglio 2020 ore 11:43

Un ponte a prova di piena sul torrente Trisolla

Il guado sarà completamente demolito. Oggi la consegna dei lavori volti a risolvere la criticità idraulica dell’area



CINIGIANO — Il torrente Trisolla sarà attraverato da un nuovo ponte a prova di piena. Lo annuncia il Consorzio di Bonifica 6 Toscana sud.

Oggi i lavori saranno affidati alla ditta che si è aggiudicata l’appalto. "In pochi giorni, quindi sarà allestito il cantiere che, secondo gli accordi, dovrà concludere l’intervento nell’arco di 120 giorni lavorativi - annuncia il Presidente del Consorzio 6 Toscana Sud Fabio Bellacchi -. Andremo a risolvere una criticità storica per la zona, vittima di tante inondazioni e caratterizzata da una situazione idraulica davvero molto delicata”.

L’intervento radicale, studiato dal Consorzio 6 Toscana Sud, in collaborazione con il Comune di Cinigiano, con il via libera della Sopraintendenza e del Genio Civile farà sparire i vecchi  tubi che oggi compongono il guado per lasciare il posto a una nuova struttura prefabbricata, modulare e a prova di piena.

"Nel comune di Cinigiano - si legge nella nota del consorzio- attraversare la strada comunale che unisce Trisolla a Santa Lucia poteva trasformarsi in un terno al lotto. Il carattere ribelle dell’affluente dell’Ombrone, capace di infuriarsi con piene improvvise, in futuro non metterà più a rischio la sicurezza del tracciato, delle abitazioni e delle numerose aziende agricole e agrituristiche che insistono nella zona".

"Il vecchio manufatto  - prosegue il consorzio- sarà completamente demolito. Il nuovo ponte andrà a raccordarsi a monte e a valle con la strada esistente, anche se l’obiettivo è ancora più ambizioso: in un prossimo futuro e con un nuovo finanziamento, infatti, l’intervento sarà ulteriormente esteso in modo da andare a completare la messa in sicurezza idraulica dell’abitato di Sasso d’Ombrone".

“Il manufatto esistente – continua Bellacchi – non ha valore storico e per giunta altera il regime sedimentologico del torrente Trisolla: di fatto si configura come una briglia che attraversa in senso longitudinale il corso d’acqua in un punto critico, a monte delle confluenze con il fosso Infernaccio e poco più a valle con l’Ombrone. A rendere ancora più precaria la situazione, c’è il suo regime torrentizio che contribuisce a generare frequenti esondazioni, causa di erosioni spondali anche molto accentuate con forti movimentazioni di materiale d’alveo. Il progetto prevede la sostituzione dell’attraversamento a guado esistente con un nuovo ponte idraulicamente compatibile, completo di rampe stradali di raccordo in rilevato, per uno sviluppo del tratto stradale soggetto ad adeguamento di circa 190 metri”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità