QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 12°12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 16 novembre 2019

Attualità sabato 02 novembre 2019 ore 09:28

209mila dosi di vaccino contro l'influenza

La campagna antinfluenzale inizia il 4 novembre e proseguirà fino a tutto dicembre. La vaccinazione è effettuata dai medici e pediatri di famiglia



GROSSETO — Sono 209mila le dosi di vaccino destinate ai territori provinciali dell’Ausl Toscana sud est a sostegno della campagna antinfluenzalepromossa dalla Regione, che inizierà il 4 novembre. Le dosi sono così distribuite: 92890 ad Arezzo, 52976 a Grosseto e 63134 a Siena.

"Nell’anno 2018-2019 - sottolinea Usl Toscana sud est - il dato di copertura della vaccinazione antinfluenzale è stato per la Sud Est pari al 56,2 per cento così distribuito: il 58,4 per la provincia di Arezzo (nel 2017-2018 è stato del 58,5); il 63 per cento per la provincia di Grosseto (nel 2017-2018 è stato del 50,6) e il 47,5 per la provincia di Siena (nel 2017-2018 il 52 per cento).

Nello specifico, delle 215.939 persone anziane della Sud Est (di 65 anni di età e oltre) se ne sono vaccinate 121.338 raggiungendo una copertura vaccinale complessiva del 56,2 per cento. Analogamente su 8256 operatori se ne sono vaccinati 2564 registrando una percentuale del 31.

L'obiettivo della campagna di vaccinazione - aggiunge l'Usl sud est-  resta quello di una copertura minima del 75 per cento e ottimale del 95 per cento dei soggetti ad alto rischio di tutte le età e per chi ha più di 65 anni, per garantire, secondo la definizione del Ministero della Salute “la riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte” e la “riduzione dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità riconducibile a influenza”.

La vaccinazione è gratuita per anziani sopra i 65 anni e per i cittadini appartenenti alle cosiddette categorie a rischio: bambini (di età superiore a 6 mesi) e adulti affetti da patologie croniche a carico dell'apparato respiratorio, cardiovascolare, renale, diabetici, bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, bambini pretermine e di basso peso alla nascita; le donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Possono vaccinarsi gratuitamente gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale degli asili nido e scuole dell'obbligo, personale sanitario, volontari del 118, donatori di sangue, personale delle case di riposo, personale della protezione civile e vigili del fuoco, addetti alle poste, forze armate e polizia municipale), i familiari di soggetti ad alto rischio e personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali (suini e volatili) che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

La vaccinazione è effettuata dai medici e pediatri di famiglia. Per coloro che non sono in grado di recarsi in ambulatorio, è prevista la vaccinazione domiciliare effettuata sempre dal proprio medico di famiglia o dal pediatra. Sarà possibile vaccinarsi fino a tutto il mese di dicembre. 



Tag

Sentenza Cucchi, Di Maio: «Salvini dovrebbe scusarsi con la famiglia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità