Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:26 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE17°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità venerdì 27 novembre 2020 ore 16:40

​Epatite C, il Covid dimezza le cure

Il dirigente di Malattie Infettive dell’Azienda ospedaliera lancia l’allarme sulla riduzione dei trattamenti per i pazienti



SIENA — A causa dell'emergenza sanitaria dovuta alle infezioni da Coronavirus, i trattamenti per i pazienti con epatite C si sono praticamente dimezzati rispetto allo scorso anno”. Lo dice il Daniele Marri, dirigente medico dell'Unità Operativa di Malattie Infettive e Tropicali dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese.
L'occasione è il corso di formazione Educazione continua in Medicina (Ecm) sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3.
Siena è la tredicesima tappa dell’evento nazionale dal titolo “Buone prassi e networking nella gestione dell'epatite C in soggetti con disturbo da addiction al tempo del Coronavirus”. I corsi di Educazione continua in medicina rientrano nell'ambito del programma 'Hand-Hepatitis in Addiction Network Delivery', il primo progetto pilota di networking a livello nazionale patrocinato da quattro società scientifiche che coinvolge i Servizi per le Dipendenze e i relativi Centri di cura per l'Hcv in numerose città italiane.
Il dottor Marri spiega: “Come è noto, il lockdown ha portato alla sospensione di tutte le attività mediche non urgenti, con conseguenti ritardi nelle diagnosi. Adesso però, bisogna recuperare il tempo perduto e affrontare il problema in maniera incisiva, coinvolgendo in modo omogeneo tutte quelle figure professionali che hanno un ruolo attivo nel trattamento dei pazienti con Hcv”.
Il professionista senese sottolinea inoltre il valore del contributo del progetto Hand che ha evidenziato “l'importanza di fare rete, mettendo in collegamento in modo fattivo i vari attori”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si ridimensionano i numeri in Val d'Elsa e nel capoluogo. I senesi in carico alla Asl Sud Est sono 1276
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità