QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 20°24° 
Domani 20°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità martedì 06 agosto 2019 ore 13:00

Maltempo, quasi due milioni per i primi interventi

Aperto ad Arezzo uno sportello di Fidi Toscana per aiutare le aziende danneggiate dai nubifragi del 27 e 28 luglio



AREZZO — Per aiutare i territori messi in ginocchio dai nubifragi del 27 e 28 luglio la Regione Toscana ha stanziato 1 milione e 900mila euro per le spese di somma urgenza e ha aperto nella sede del Genio Civile di Arezzo uno sportello Fidi Toscana presentato dagli assessori al territorio Vincenzo Ceccarelli e all'ambiente Federica Fratoni. A disposizione delle imprese colpite, microcredito fino a 20mila euro e per le aziende agricole garanzie da 25mila a 160mila euro.

Lo sportello si trova al piano terra della sede del Genio Civile di Arezzo in via Testa 2 e sarà aperto al pubblico nei giorni 6-8-22-29 agosto con orario 10-13 e 14-16. Un ufficio analogo è aperto a Empoli, attivo sempre in agosto il giovedì dalle 9 alle 13.

"Questo sportello straordinario - ha detto l'assessore Fratoni - è stato aperto perché siamo convinti che sia necessaria anche la vicinanza fisica e la presenza di un funzionario che aiuti a riempire correttamente tutta la documentazione necessaria".

La delegazione regionale ha anche svolto un nuovo sopralluogo nelle località dell'aretino più colpite dal maltempo, a Olmo e Pieve a Quarto per una ricognizione dei danni che in tutta la Toscana ammontano a 46 milioni di euro. Ora, dopo la dichiarazione di emergenza regionale, si attende che il governo accolga quella di emergenza nazionale.

"Anche i danni patiti dai privati sono molto ingenti - ha aggiunto l'assessore Ceccarelli - e ci è sembrato opportuno esser presenti anche nelle ricognizioni ed ascoltare direttamente i cittadini. Attendiamo di sapere se sarà accolta la nostra richiesta di emergenza nazionale, perché questa consentirebbe anche rimborsi per i privati fino a 5000 euro e per le imprese fino a 20.000. Ed inoltre aprirebbe delle procedure di urgenza, con la nomina di un commissario, come nel caso di Livorno, quando venne nominato il presidente della Regione Rossi".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità