Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE9°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turisti feriscono due cuccioli d'orso per farsi un selfie

Spettacoli martedì 31 gennaio 2017 ore 13:59

“Triglie, principesse, tronisti e alpini"

Venerdì a Santa Fiora arriva David Riondino, con lo spettacolo Triglie, principesse, tronisti e alpini. "Un diario in musica sull'attualità"



SANTA FIORA — Uno dei più talentuosi ed eclettici artisti italiani, David Riondino, sarà a Santa Fiora (Grosseto) venerdì 3 febbraio, alle 21, al teatro comunale con lo spettacolo “Triglie, principesse, tronisti e alpini”, cronache cantate dell’Italia più o meno contemporanea. Scritto e interpretato da Riondino con musiche dal vivo di Mirio Cosottini, “Triglie” fotografa i passaggi più significativi dei primi anni del millennio.

“Canzoni più o meno lunghe, più o meno serie, - dice lo stesso Riondino in un comunicato – per un diario in musica, che va dal pianto della Fornero (come non farci su un poemetto?), alla enigmatica ascesa di Renzi, passando per Grillo e Bersani. E poi le tante storie che ho scritto per la radio, i giornali, il teatro la televisione. Le canzoni sulle piccole emozioni quotidiane dei Lottatori di Sumo, dei Voltapagine di Pollini, dei Vescovi a Conclave. Le canzoni sugli animali: Le triglie appunto, i Paguri, i pesci Cha cha cha. Ma anche la Sula e l’Albatros. Mi è capitato di mettere in canzone diverse novelle di Boccaccio, per una serie di Radio3 e un paio di queste sarà opportuno ascoltarle, per valutare quanto gli antichi fossero contemporanei, come lo è Madonna Filippa in una canzone tratta da un racconto esemplare”.

Classe 1952, toscano, David Riondino ha lavorato dieci anni a Firenze alla Biblioteca Nazionale. Artisticamente nasce con la generazione dei cantautori degli anni Settanta: pubblica dischi e compone canzoni come “ La canzone dei piedi ” e “Ci ho un rapporto ”. Nel 1975 debutta al teatro Zelig di Milano e comincia un percorso professionale che lo porta a esplorare quasi tutte le forme di comunicazione. Riondino si afferma come scrittore, cantautore, ma anche come regista e attore. Sfuggito grazie alla sua poliedricità ai più comuni cliché artistici, definisce l’intellettuale “una persona fisica, che comunica, partecipa e sa trasformare la sua esperienza in qualcosa che serva anche agli altri. Non trasforma il sapere in potere, ma ha un’idea sentimentale del comunicare”. Gli ultimi spettacoli realizzati da Riondino sono la scelta di un teatro all’insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici più o meno noti e musica dal vivo.

“Rimango solidamente un cantautore - conclude Riondino - per quanto discograficamente indisciplinato che racconta i suoi tempi giocando con le forme della canzone, corta, lunga, sibilata, didattica, epico-narrativa, intra-psichica, animalista, centrifuga, centripeta, e ancor di più”.

Ingresso 12 euro. Info: 3358401202 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Agricoltura in allarme per il brusco calo delle temperature che rischia di danneggiare le piante spinte alla fioritura dal caldo dei giorni scorsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità