QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 11° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 14 dicembre 2019

Attualità venerdì 13 gennaio 2017 ore 18:08

"Serve un'area per il CIE"

La Lega nord chiede al Presidente della Giunta di individuare un’area dove collocare il CIE (Centro di identificazione ed espulsione)



ROCCALBEGNA — In relazione all’ipotesi che, anche in Toscana, come nelle altre regioni italiane, venga aperto un CIE (Centro di identificazione ed espulsione), il gruppo della Lega Nord, presenterà, al prossimo Consiglio regionale, un’apposita mozione in merito. 

“La nostra proposta - specifica in una nota il Consigliere Marco Casucci - al fine di agevolare il necessario contrasto all’illegalità collegata all’immigrazione irregolare e clandestina, chiede al Presidente della Giunta di attivarsi prontamente per provvedere all’individuazione di un’area idonea dove collocare il CIE. 

Inoltre, sempre nell’ottica del più efficace contrasto a tutte le forme di illegalità collegate all’immigrazione clandestina e irregolare, anche per la migliore integrazione degli immigrati regolari, proponiamo che venga posta mano a una radicale revisione delle politiche dell’accoglienza, pure a livello regionale. Con lo scopo di segnare una chiara svolta rispetto alle normative che, fino a oggi, hanno incoraggiato la clandestinità, causando un diffuso senso d’insicurezza in molti ambiti della società toscana. Come ad esempio a Roccalbegna.

Infine - conclude Casucci - è necessaria un’attività di rimpatri forzati e respingimenti, oltre a creare degli appositi centri, dove i soggetti stranieri, che intendono richiedere domanda di asilo politico, possano farlo prima di affrontare i cosiddetti 'viaggi della speranza', direttamente sulle coste dei paesi d’origine, evitando così ulteriori e incontrollati sbarchi sulle coste italiane”.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Lavoro

Attualità