QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
martedì 19 novembre 2019

Attualità martedì 08 ottobre 2019 ore 16:28

Attività commerciali, contributi a fondo perduto

Pubblicato il bando che permette di richiedere contributi fino a 500 euro, da parte di nuove attività o di attività già esistenti



RADICOFANI — Il Comune di Radicofani prova a rilanciare il commercio locale con contributi a fondo perduto fino a 500 euro, per l'erogazione dei quali è stato appena pubblicato un bando. Verranno concessi contributi a fondo perduto per interventi realizzati da nuove imprese che apriranno nel territorio di Radicofani o imprese già esistenti, rientranti nelle seguenti categorie:

a) Acquisto di attrezzature, arredi e beni strumentali strettamente finalizzate allo svolgimento dell’attività;
b) Costruzione di nuovi impianti, ampliamento, ammodernamento ed adeguamento degli impianti e delle attrezzature alle normative vigenti;
c) Spese di ristrutturazione degli immobili ad uso aziendale siano essi in proprietà o in locazione esclusivamente per opere strettamente finalizzate allo svolgimento dell’attività;
d) Introduzione o miglioramento di tecnologie per la sicurezza per la prevenzione di atti criminosi;
e) Introduzione o miglioramento di tecnologie per la riduzione dei consumi energetici e la riduzione dell’impatto ambientale;
f) Introduzione o miglioramento di tecnologie legate all’innovazione logistica e/o tecnologica delle strutture;
g) interventi finalizzati all’insediamento di nuove imprese commerciali ed artigianali.

Non sono ammessi a contribuzione spese di ordinaria manutenzione. Sono altresì escluse dal beneficio sale giochi ove siano presenti dispositivi di giochi d’azzardo.

I richiedenti il contributo devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
- Imprese, aventi la forma giuridica di ditta individuale, società di persona, società a responsabilità limitata, società cooperativa, operanti nei settori dell’artigianato, del commercio e dei pubblici esercizi che hanno o avranno sede operativa nel Centro abitato di Radicofani e nella frazione di Contignano;
- requisiti morali di cui all’art. 71, commi da 1 a 5, del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 e assenza di procedimenti di cui al D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione);
- iscrizione al registro imprese tenuto presso la camera di commercio e titolarità di partita iva. Per le nuove attività non ancora in possesso di partita iva o non ancora iscritte al registro delle imprese il requisito deve essere posseduto entro mesi 4 dalla presentazione dell’istanza, a pena di non erogazione del contributo;
- regolare posizione tributaria nei confronti del Comune;
- non essere incorso in procedure concorsuali o concordato preventivo;
- non aver ottenuto benefici economici dal Comune nei dodici mesi anteriori alla pubblicazione del presente bando;
- non aver ricevuto nell’arco di tre esercizi finanziari aiuti “de minimis” di importo superiore a euro 200.000,00, come da regolamento CE n. 1998/2006;

Ogni impresa potrà presentare una sola istanza di contributo per la stessa attività.

Per fare domanda, attraverso l'apposito modulo, c'è tempo fino al 31 gennaio 2020. Il contributo è riconoscibile nella misura massima dell’80 per cento delle spese sostenute e comunque per un importo massimo, come detto, non superiore a 500 euro.

L’ammissione delle domande avviene in relazione all’ordine cronologico di presentazione e sino ad esaurimento delle risorse stanziate in Bilancio.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca