Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE17°32°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità venerdì 29 maggio 2020 ore 10:30

Tariffe e rifiuti, vigila il difensore civico

Accordo tra Difensore civico della Toscana e Sei Toscana per avviare la valutazione della qualità dei servizi e la soddisfazione degli utenti



SIENA — E' stato istituito l'Osservatorio di monitoraggio regionale sui servizi di Sei Toscana. Un modo per misurare la qualità dei servizi erogati, valutare il grado di soddisfazione degli utenti e individuare eventuali correzioni. È l'obiettivo dell'osservatorio che Difensore civico regionale e Sei Toscana attiveranno entro il 2020.

L'accordo, siglato tra l’Ad di Sei Toscana, Marco Mairaghi e il Difensore Civico regionale della Toscana, Sandro Vannini, è riferito in particolare alle attività di customer care rivolte ai cittadini-utenti del servizio e riguarda i Comuni dell’ATO Toscana Sud. 

L'Osservatorio avrà la sua sede presso gli uffici del Difensore Civico regionale a Firenze che redigerà annualmente un report di sintesi.

La collaborazione siglata riguarderà anche gli adempimenti previsti dalle recenti disposizioni in tema di trasparenza e controllo previsti dall'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) sia per l’erogazione dei servizi che per le attività di riscossione della tariffa.

A indicare le coordinate dell'iniziativa lo stesso Difensore civico regionale, Sandro Vannini: "Abbiamo già siglato altre convenzioni analoghe, ma questa è la prima nella Toscana meridionale. L’osservatorio è finalizzato alla verifica dei servizi erogati dalla società Sei Toscana e alle possibili azioni correttive, massimizzando le esigenze degli utenti e riducendo al minimo le situazioni di contenzioso".

“Intendiamo porre l’attenzione verso l’utenza al centro dell’azione di Sei Toscana – ha spiegato Leonardo Masi, presidente di Sei Toscana – che in qualità di gestore di un servizio pubblico essenziale è chiamata ad operare anche come volano di crescita della qualità della vita dei cittadini che risiedono nella Toscana del Sud. La collaborazione con il Difensore civico regionale ci gratifica”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In tutta l'Area Vasta sono ben 121 i contagiati dalle mutazioni del virus negli ultimi 3 giorni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS