Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:08 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE14°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Amadeus e gli ascolti del Festival: «C'è la concorrenza del calcio e poi il Paese è come se vivesse una guerra»

Politica venerdì 17 maggio 2019 ore 08:00

Quasi due milioni di toscani chiamati alle urne

Le elezioni del prossimo 26 maggio porteranno al voto i cittadini di 187 Comuni. Complessivamente i candidati sindaco sono 558



FIRENZE — Le elezioni del prossimo 26 maggio porteranno al voto 187 comuni toscani, con circa 1 milione e 867mila cittadini chiamati alle urne. I dati relativi alla prossima tornata elettorale sono stati elaborati da uno studio di Anci Toscana.

Delle 187 amministrazioni che saranno rinnovate, 25 sono della provincia di Arezzo; 35 di Firenze; 16 di Grosseto; 13 di Livorno; 20 di Lucca; 8 di Massa; 26 di Pisa; 5 di Prato; 10 di Pistoia; 29 di Siena. Tre i capoluoghi: Firenze, Livorno e Prato. L'eventuale doppio turno è previsto solo nei Comuni sopra i 15mila abitanti, che in questa tornata sono 35. Nelle amministrazioni sotto i 3mila abitanti (che in questo caso sono 56) il sindaco può ricandidarsi anche oltre i due mandati. Il Comune più grande al voto è Firenze con 380.948 abitanti; il più piccolo è Careggine (Lucca) con 539.

Dei 558 candidati sindaco 435 sono uomini, 123 donne (pari al 22 per cento). I sindaci ricandidabili che si ripresentano sono 115 su 142, 10 dei quali al terzo mandato.

In sette comuni non ci sarà competizione poichè si registra un solo candidato sindaco: a Badia Tedalda, Chianni, Chiusdino, Chiusi della Verna, Monterotondo Marittimo, San Romano in Garfagnana, Sestino.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità