QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 14°14° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 19 ottobre 2019

Politica venerdì 21 dicembre 2018 ore 13:05

"Domani in Amiata poi, se serve, andremo a Roma"

Andrea Pieroni (Pd)

Così il consigliere regionale Pieroni in difesa della geotermia, che aggiunge: "“Bene ha fatto Rossi a chiedere l’istituzione di un tavolo al Governo"



POMARANCE — “Sottoscrivo la posizione del presidente Rossi - queste le parole di Andrea Pieroni, consigliere regionale del Pd - che ieri facendosi portavoce delle istanze della Toscana ha tentato il confronto con il sottosegretario Crippa, sì proprio quello che aveva già dato segni evidenti di ignoranza sulla materia e che io stesso avevo invitato a venire a vedere da vicino le nostre realtà geotermiche, e poi chiesto l’istituzione di un tavolo nazionale con i Ministeri dell’economia e dell’ambiente per sbloccare la situazione. 

Il quadro che si sta delineando con lo schema di decreto per le rinnovabili avanzato dal Governo è preoccupante e il fatto che settimane di proteste e tentativi di chiarimenti non abbiano ricevuto alcun segnale di risposta lo è ancora di più: si gioca sulla vita e la morte di decine di imprese, con il futuro di circa 2000 famiglie, il territorio rischia di dover rinunciare a 30 milioni annui da destinare a infrastrutture e opere pubbliche. La scelta di escludere la geotermia dal FER1 è frutto del puntiglio dei 5stelle che danno credito a pochi ultras dell'ambientalismo ideologico...e la Lega tace!!! 

Domani non potrò partecipare alla manifestazione di Santa Fiora, ma in questa battaglia è fondamentale la compattezza di tutte le aree geotermiche perciò idealmente sarò lì a fianco dei cittadini, delle imprese e degli amministratori toscani che dicono no ad un provvedimento scellerato che rischia di mettere seriamente in ginocchio una parte importante della nostra economia. Se dal livello nazionale continueremo a ricevere soltanto silenzi, andremo a Roma a far sentire la nostra voce”.



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità