QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 14°14° 
Domani 12°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
domenica 20 ottobre 2019

Politica martedì 17 gennaio 2017 ore 17:52

Pizzetti verso la presidenza del Parco museo

I sindaci di Abbadia, Castell'Azzara, Piancastagnaio e Santa Fiora hanno proposto Francesco Pizzetti come presidente del Parco delle miniere



ABBADIA SAN SALVATORE — I sindaci di Abbadia San Salvatore, Castell'Azzara, Piancastagnaio e Santa Fiora, tramite una nota congiunta, fanno il punto sul Parco Museo delle Miniere dell'Amiata; e indicano il giurista Francesco Pizzetti come nuovo presidente.

L’attività del Comitato di gestione del Parco Museo delle Miniere dell’Amiata - scrivono i sindaci - si è conclusa con la stesura dello Statuto e con gli importanti obiettivi conseguiti nel mantenimento del patrimonio storico e culturale, con interventi importanti e di supporto ai Comuni.

A tutti i componenti del Comitato, e in particolare al Presidente Luigi Vagaggini (sindaco di Piancastagnaio, ndr), va il riconoscimento dei sindaci dei Comuni minerari per l’opera e l’impegno profuso in questi anni. Oggi c’è la necessità di progettare il futuro del Parco, che con le nomine degli organi - che verranno decise in questi giorni -, assumerà il suo assetto definitivo e sarà un importante punto di riferimento dei sindaci dell’Amiata che si ritrovano, dopo molti anni, uniti in questo progetto.

In questo senso - continua il comunicato congiunto - il Parco Museo delle Miniere potrebbe rappresentare un utile strumento di confronto delle politiche di area vasta. Lo scopo principale del Parco è quello di preservare un luogo che ha dei connotati naturali di rilevanza nazionale, un patrimonio da tutelare e preservare spesso dall’intervento dell’uomo stesso.

La realtà delle zone minerarie e del Parco Museo delle Miniere si arricchisce, oltre del valore ambientale dell’Amiata, di un patrimonio, storico, culturale, paesaggistico e sociale, che è stato creato dall’uomo e che può essere mantenuto solo grazie all’intervento dello stesso in un equilibrio antropico e ambientale di valore.

Dopo alcuni anni di attività, del Comitato del Parco museo delle miniere, è risultato evidente che questi obiettivi possono essere perseguiti solo con la definizione di un nuovo modello di parco, appunto tematico e non solo ambientale, in cui l’elemento fondante non è solo la tutela ambientale, ma il corretto equilibrio tra uomo e ambiente con la tutela della memoria storica, culturale, sociale, dell’attività mineraria in rapporto all’ambiente. 

Un ambiente che le istituzioni locali hanno saputo preservare, e oggi risulta evidente la necessità di un forte coordinamento delle politiche locali di sviluppo e con gli enti locali con la loro partecipazione diretta alla costruzione del Parco Museo delle Miniere dell’Amiata.

C’è la consapevolezza delle istituzioni locali che la crescita e lo sviluppo di un Parco Nazionale non può essere il risultato di una comunità che si ripiega su se stessa senza un respiro di livello nazionale, con l’apporto di cultura e professionalità di alto livello. In questo contesto i sindaci ritengono opportuno, fin da subito, essere parte di questo percorso, proponendo unitariamente, una candidatura alla Presidenza del Parco.

La proposta che viene avanzata - concludono i sindaci -, e condivisa da tutti, è quella di Francesco Pizzetti: giurista di livello nazionale, docente di diritto costituzionale e diritto della tutela dei dati personali presso l’università LUISS di Roma, che ha ricoperto il delicatissimo e importante ruolo di Presidente del Garante per la protezione dei dati personali, dal 2005 al 2012, e che vanta varie altre esperienze di livello nazionale. Una scelta indiscutibile dal punto di vista della valenza personale del candidato, che ha messo subito d’accordo le istituzioni locali. 

N.B. nota firmata dai sindaci di Abbadia San Salvatore Fabrizio Tondi, di Castell'Azzara Fosco Fortunati, di Piancastagnaio Luigi Vagaggini e di Santa Fiora Federico Balocchi.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità