comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 16°28° 
Domani 13°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Cultura martedì 17 gennaio 2017 ore 17:12

"Nessuno resti indietro"

A Firenze presentazione di "Nessuno resti indietro", il libro dedicato a Papa Francesco. Tra gli ospiti Luigi Berlinguer e l'autore Alborghetti



ABBADIA SAN SALVATORE — Venerdì 3 febbraio avrà luogo, a Firenze, la presentazione di “Nessuno resti indietro / Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale” scritto da Roberto Alborghetti. 

Con l’autore interverranno Luigi Berlinguer, Don Paolo Tarchi, Fabio Di Palma e Nicola Cirocco. L’incontro è promosso dal Centro Internazionale Studenti, Osa Onlus e Opera per la Gioventù "G. La Pira".

Il libro presenta l'attuale Papa e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro, dell’inclusione sociale e della solidarietà, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina.

“Un libro affascinante, che ci permette di capire perché Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier Giuliano Amato, intervenuto a un incontro di presentazione ad Albinia, promosso dall'associazione Osa Onlus, di Abbadia San Salvatore, la scorsa estate. 

“Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha affermato Vincenzo Massara, vice presidente nazionale di MCL. E il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso, per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni a pensare e agire affinché nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. 

Le pagine di “Nessuno resti indietro” - si apprende da un comunicato - ci portano nelle esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione e del lavoro nero. 

Tra quelle vicende – scrive l'autore Alborghetti – ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo, dove i tanti giovani che non lavorano sono i nuovi esclusi del nostro tempo, vengono privati della loro dignità, mentre la giustizia umana chiede l’accesso al lavoro per tutti.

Tra le altre cose il libro ricostruisce le vicende della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón, delle vittime del lavoro-schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3mila fabbriche tessili abusive.

Appuntamento venerdi 3 febbraio, alle 17, presso il Centro internazionale G.La Pira, Sala Teatina, via dei Pescioni, 3, Firenze.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità