QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 11°20° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
giovedì 17 ottobre 2019

Spettacoli lunedì 04 luglio 2016 ore 17:00

Maratona della musica con ‘Ferra il Contest’

Dal pop al rock, dal rap alla musica elettronica, otto band hanno regalato al pubblico dieci ore di musica live per il “Ferra il bosko” del 14 agosto



ABBADIA SAN SALVATORE — Il “Ferra il Contest è la competizione dedicata ai musicisti emergenti che si è svolta ad Abbadia San Salvatore il 1 e 2 luglio scorso nel fantastico scenario post industriale dell’auditorium della vecchia miniera del paese.

Ad aprire le sfide venerdì 1 luglio sono state le esibizioni di quattro diverse band. Sul palco si sono alterneti gli “The Occasionals”, gruppo nato 4 anni fa che porta sul palco un particolare stile fatto di folk rock con sfumature ska/reggae, il rapper “TwoLo”, 19 anni, idee chiarissime e vero fenomeno del web e il pop rock dei “Vertigo”, formazione nata 2 anni fa e gli “Overmass”, con il loro hard rock/alternative rock e una repertorio tutto originale.

Mentre sabato 2 luglio si è svolta la maratona musicale con i “Rage Against the Mountain” band che propone alternative rock con incursioni nel rap metal, gli “Erezed” con il loro alternative-rock-prog caratterizzato da testi in italiano, i “Devil Drone” un gruppo metal che evita ogni tipo di cover e il trio rock “Bob”, che ha proposto un grunge-rock con testi in italiano.

La band vincitrice ha la possibilità di salire sul palco di “Ferra il Bosko 2016”, nella serata principale del 14 agosto quando si esibiranno i BACKSEAT BOOGIE. “Ferra il Bosko” è una manifestazione che nasce nella volontà di rievocare la tradizione centenaria con cui la gente di Abbadia San Salvatore celebrava il Ferragosto.

Ferra il contestsigla l’inizio della grande estate di Abbadia San Salvatore: dall’8 al 10 luglio infatti, la città del Monte Amiata riscopre le sue origini di “Castrum” medievale e celebra l’antica Offerta dei Censi, una delle più suggestive rievocazioni storiche italiane. Qui i cittadini che per tre giorni smettono gli abiti contemporanei e tornano a vestire quelli dei loro avi mettendo in scena una festa in costume, unica nel suo genere, che offre un singolare spaccato della vita di quel tempo.

Nel cuore del caratteristico borgo, rivivono i terzieri, mentre le piazze e le strade si trasformano in un palcoscenico naturale capace di accogliere taverne, botteghe di arti e mestieri e mercatini. Per le vie si muovono musicanti e danzatori, cantori e giocolieri mentre nel vicino accampamento militare si susseguono sfide e duelli.



Tag

World Food day, Conte: «I cambiamenti climatici mettono a rischio la sicurezza alimentare»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità