Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:43 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE11°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, l'annuncio ufficiale: «Dopo due Festival così, non ci sarà un Ama-ter»

Politica giovedì 09 marzo 2017 ore 10:40

Visita al centro di solidarietà Ceis

Visita di una delegazione del comune di Abbadia al centro di solidarietà Ceis. L'assessore Romani: "Grazie ai volontari per il loro impegno"



ABBADIA SAN SALVATORE — L’Amministrazione Comunale ha fatto visita, lo scorso martedì 7 marzo, al Centro di Solidarietà (CEIS) in località Val di Paglia, una realtà che da anni si occupa del recupero dalla tossicodipendenza ed opera con l’obiettivo di un aiuto e di un sostegno ai più deboli, a chi ha bisogno di una mano e cerca di seguire un percorso di recupero e reintegro nella società.

E in effetti, è stata proprio la possibilità di essere ascoltati (come sottolineano i volontari del centro), la possibilità di esprimere le proprie esigenze e spiegare le difficoltà della vita di tutti i giorni che ha rappresentato un importantissimo momento per i ragazzi, i quali stanno affrontando un cammino che è tutt’altro che banale e non certo privo di ostacoli. Tutto questo ha fatto emergere anche l’importanza del centro, il quale ha rappresentato e rappresenta un punto cardine nella vita di decine di persone ed un eccezionale baluardo della coesione sociale.

Il commento dell’assessore, Lucilla Romani: “Da parte mia e dell’Amministrazione un ringraziamento va a Stefano Scaramelli per essere venuto a trovarci e per aver fatto visita a questa struttura che è davvero un punto di riferimento importante per il recupero e il reinserimento di persone svantaggiate. Ringrazio moltissimo anche i volontari che, con pazienza e con grande professionalità si impegnano in prima persona e consentono il funzionamento della struttura. Direi però che un grande plauso va anche alla comunità di Abbadia San Salvatore, una realtà che nonostante le criticità e le difficoltà che sta attraversando, sia a causa dell’invecchiamento della popolazione che della grave crisi economica che ha subito, ha sempre dimostrato un grandissimo senso di accoglienza e solidarietà. Un atteggiamento incredibilmente altruista e positivo del quale c’è da essere solo orgogliosi. 

“Una cosa è parlarne – Ha scritto sul proprio profilo ufficiale Scaramelli, anche lui in visita al centro - altro è capire e conoscere fin nei dettagli le esigenze di una comunità che aiuta i ragazzi tossicodipendenti nella riscoperta di se stessi. Parlare con gli operatori e volontari è importante, ma conoscere e ascoltare i ragazzi che vivono la loro sfida più grande ha dato senso e motivazione a questa mia mattinata trascorsa in Amiata.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità