Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:36 METEO:ABBADIA SAN SALVATORE16°31°  QuiNews.net
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No Green Pass, le manifestazioni in tutta Italia: le immagini da Roma, Milano, Napoli e Torino

Attualità mercoledì 30 novembre 2016 ore 16:29

Inizia il percorso di fusione con Santa Fiora

Nelle ultime settimane è nato il Comitato ed è iniziata l'attività informativa alla popolazione sul tema fusione con incontri molto partecipati



CASTEL'AZZARA — L’Amministrazione di Castell’Azzara ha organizzato due incontri informativi con grande partecipazione della popolazione dove si è parlato delle varie possibilità che vi sono oggi per i piccoli comuni, quindi non solo la fusione ma anche eventuali convenzioni con altri comuni o il permanere nell’Unione dei Comuni Amiata Grossetana.

Le forze politiche santafioresi di maggioranza e opposizione si sono espresse in merito all’ipotesi di fusione con Castell’Azzara, la prima favorevolmente anche con dichiarazioni dello stesso Sindaco, la seconda invece a sfavore ma con la legittima richiesta di far decidere i cittadini.

Il comitato promotore per la fusione dei Comuni di Castell’Azzara e Santa Fiora composto da Monia Benedetti di Castell’Azzara, Vico Tenci Selvena – Castell’Azzara, Moreno Pomi – Bagnolo – Santa Fiora e Antonio Albertini – Santa Fiora dice: "Oltre le posizioni ufficiali abbiamo registrato con piacere un marcato interesse delle popolazioni coinvolte che sinceramente non ci aspettavamo. Veniamo spesso contattati da persone che ci chiedono quali sono le condizioni correlate con la fusione, il perché Castell’Azzara e Santa Fiora e non altri, oppure se al termine della stessa verranno conservati i servizi che ad oggi esistono nei due comuni e questo solo per fare pochi esempi di domande".

"Temevamo che ci aspettasse un lungo percorso di sensibilizzazione sulla fusione, non contando che la popolazione in un certo qual modo ne sentisse il bisogno ma invece ci dobbiamo ricredere. Sembra, infatti, che i cittadini dei due comuni avvertano realmente la necessità di un cambiamento rispetto gli attuali assetti dei Comuni e dell’Unione."

Per dare seguito a tutta questa attenzione sono in programma delle iniziative per informare la gente riguardo a quelle che sono le opportunità della fusione, per prima cosa attraverso due assemblee pubbliche a Castell’Azzara e a Santa Fiora, possibilmente prima delle festività natalizie, invitando entrambi i sindaci e le forze politiche di maggioranza ed opposizione e naturalmente aperte a tutti i cittadini del nuovo comune unico. Subito dopo le feste invece avvieremo un percorso di incontri nelle varie frazioni in modo da garantire un’informazione capillare.

Il comitato aggiunge: "Il nostro comitato è completamente apartitico, non fa riferimento ad alcuna forza in campo nei due comuni e non potrebbe essere altrimenti. La nostra mission è informare e portare la popolazione dei due Comuni, ben edotta delle varie possibilità e opportunità, con tutti gli elementi in mano per decidere, al referendum, quindi nessuno deve decidere il futuro di alcuno dall’alto, è una scelta che va al di là delle amministrazioni e deve essere presa dalla popolazione dei Comuni coinvolti. Saranno i cittadini di Castell’Azzara e Santa Fiora a decidere il loro futuro."


Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dato odierno più alto a Poggibonsi, seguita dal capoluogo. Stabile il numero dei ricoverati. Sono 232 i positivi in carico alla Asl
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Sport

CORONAVIRUS