QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 19°20° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
domenica 25 agosto 2019

Politica martedì 02 maggio 2017 ore 18:17

Primarie, "una bella giornata per la democrazia"

Scrive il Partito democratico di Grosseto e provincia, all'indomani del voto alle primarie che ha visto l'affermazione di Matteo Renzi



CASTEL DEL PIANO — Noi - scrivono dal Pd di Grosseto e provincia - siamo abituati a votare, siamo abituati a discutere e lo facciamo per passione. Questa è la sintesi in poche parole di una grande, grandissima giornata di democrazia realizzata e voluta dal Partito democratico con le primarie 2017 per la scelta del segretario.

Non un giorno eccezionale per il Pd, un giorno che conferma un metodo di rapporto con i cittadini, una “forma” di partito che è sostanza e si aggiunge al congresso, alle assemblee e alle direzioni pubbliche, ogni volta diffuse in streaming.

Questo è il nostro essere normali. Un partito interpretato come evento comunicativo permanente è impegnativo perché è sottoposto a un dialogo continuo al suo interno e con i cittadini e ha bisogno di contenuti non di slogan per alimentare questa conversazione sociale.

In Italia e anche qui da noi, una destra populista ha paura di chi risponde al disfattismo con il riguardo e con la democrazia, di chi ragiona invece di usare toni violenti, di chi governa e cerca soluzioni rispetto a chi è incapace di farlo.

Ma quei quasi due milioni di persone che hanno votato con piccola croce vergata sulle schede hanno già risposto con un impegno personale di chi l’ha tracciata e un carico di responsabilità per chi è stato votato.

Matteo Renzi è segretario nazionale con tanta, tantissima responsabilità in carico e tanta speranza riversata in lui. Il popolo che lo ha scelto non cerca, infatti, un comandate assoluto, ma ha dimostrato innanzitutto essere protagonista votando, di saper riconoscere un progetto, un leader e un nuovo gruppo dirigente.

Con le primarie si conclude una fase e, immediatamente, se ne apre una nuova. Dopo i numeri è il tempo della buona politica di impegnarsi in un progetto chiaro, serio, pluriennale. Velocemente, perché il Paese non aspetta e ci sono le condizioni per favorire una ripresa che ancora stenta, ma che comincia a offrire prospettive ai giovani e alle imprese.

Vogliamo farlo insieme a tutto il Pd e a tutti coloro che sentono il bisogno di essere comunità e governare il futuro. Andare avanti, insieme.

A Grosseto e nella sua provincia come in tutta Italia i temi locali si intrecciano con quelli di carattere nazionale e internazionale. Un Paese moderno, sempre più, è costruito su livelli interconnessi. I nostri borghi hanno la necessità di essere in relazione con le città, le grandi aree metropolitane e con l’Europa. 

Ai nostri imprenditori agricoli e del turismo interessa come creare lavoro, quale deve essere un nuovo e diverso rapporto con l’Europa, per tutti è essenziale avere meno tasse, regole semplici e giuste, ai nostri ragazzi e ragazze interessano nuove prospettive formative e occupazionali e molto altro.

Il Partito Democratico - conclude la nota - è e sarà impegnato, a partire dai Comuni piccoli e grandi che amministriamo, a scrivere con i cittadini i progetti, a definire le prospettive e gestire insieme la nostra casa comune. Grazie a tutti, elettori e volontari, il 30 aprile è stata una bella giornata di sole, lavoriamo perché ce ne siano molte altre!



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca