QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 19°21° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 26 agosto 2019

Attualità martedì 20 settembre 2016 ore 16:04

La castagna dell’Amiata al Salone del Gusto

La Toscana partecipa al Salone del Gusto 2016, la grande kermesse dedicata al cibo e aprirà i battenti giovedì 22 per chiudersi lunedì 26 settembre



AMIATA — Circa cinquanta gli espositori in rappresentanza dalla nostra regione. Fra di loro, significativa la presenza del settore agroalimentare e delle sue produzioni tipiche e tradizionali: da quella di biscotti, ai formaggi, agli insaccati, prosciutti, pasta, pasticceria, ma anche legumi, olio extravergine di oliva, prodotti di macelleria, prodotti della pesca, tipicità legate a tutti i territori e alle culture che esprimono.

Le iniziative della Regione Toscana per presentare prodotti peculiari della Toscana e soprattutto l'attenta e articolata politica legata all'agroalimentare saranno un convegno, un percorso di degustazioni organizzato in collaborazione con Slow Food e una app.

"La Toscana – commenta l'assessore Remaschi – è presente a Torino con il coinvolgimento del territorio, dei suoi produttori, per evidenziare tutto ciò che stiamo mettendo in campo per valorizzare le eccellenze in modo che rappresentino le identità territoriali e i processi legati alla biodiversità, in una crescita complessiva del nostro sistema. Da un po' di tempo percepiamo che a livello mondiale c'è più voglia di Toscana, cioè più voglia dei nostri prodotti di qualità. Dobbiamo prestarci attenzione e collaborare per fare in modo che il nostro agroalimentare e le nostre imprese riescano a crescere, affermarsi e essere sempre più competitive. Questa è la sfida che stiamo vivendo e questo è il significato della nostra presenza al Salone del Gusto di Torino".

Venerdì 23 settembre il convegno "La Toscana: eccellenze, innovazione e legalità", sarà l'occasione insieme all'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi di parlare di qualità, identità territoriale, innovazione, sostenibilità ambientale e legalità, le parole che da tempo caratterizzano l'azione della Regione Toscana anche sul fronte agricolo e del mondo rurale, in stretta connessione con altri settori produttivi (turismo, artigianato, ambiente, storia, cultura).

Conoscere e perdersi lungo le nuove vie del gusto toscano, mete enogastronomiche ma anche luoghi dove si intrecciano qualità, cultura, economia e tradizione, incontri felici tra produzioni tipiche e contesti territoriali, sarà possibile con la nuova app creata appositamente da Vetrina Toscana per la Regione in occasione del Salone del Gusto di Torino 2016.

Infine sono in programma tre degustazioni dei Sapori di Toscana organizzata con Sloow Food per immergersi in un museo virtuale, dove i prodotti Dop, Igp e i Presidi Slow Food sono rappresentati come se fossero delle opere d'arte. In una questi sarà possibile degustare anche la castagna Igp Amiata insieme ai sott'oli, formaggi e salumi, la cinta senese, il lardo di colonnata, i prodotti di agricoltura sociale, cantuccini toscani, fico secco di Carmignano, miele Dop della Lunigiana, panforte e ricciarelli di Siena, cioccolato e cacao di Arezzo.

Sempre in tavola ci saranno: olio Igp toscano, biscotto salato di Roccalbegna, pane toscano Dop, vini dei vitigni autoctoni della Toscana (Sangiovese, Vermentino, Ansonica, Ciliegiolo,Trebbiano), vini della viticoltura eroica e delle piccole isole.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca