QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 15° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 07 dicembre 2019

Attualità lunedì 14 novembre 2016 ore 18:11

“Le centrali inquinano. Seconda condanna per Enel"

Sos Geotermia interviene su quanto detto dal tribunale di Siena sul risarcimento danni ai cittadini per l'inquinamento e l'irrespirabilità dell'aria



PIANCASTAGNAIO — “Il tribunale – spiega Sos Geotermia - ha accolto le ragioni dei cittadini e condannato l'Enel a risarcire i danni, pagare le spese legali e del CTU, dalla cui perizia viene accertato che l'Enel ha costantemente e continuativamente superato i limiti previsti per le emissioni di acido solfidrico, come pure aveva rilevato l'Arpat. Alla faccia delle assicurazioni che continuamente Enel e sindaci “geotermici” continuano a propagandare”.

“L'accertato superamento dei limiti delle emissioni di acido solfidrico H2S è la ragione della condanna, ma la sentenza ci dice qualcosa di più: non è necessario che le emissioni provochino un danno biologico o una patologia, come indicato dalla Corte di Cassazione che “ha affermato, nell’ambito della tutela del domicilio e della famiglia, che pur quando non risulti integrato un danno biologico, la lesione del diritto al normale svolgimento della vita familiare all’interno della propria casa di abitazione e del diritto alla libera e piena esplicazione delle proprie abitudini di vita quotidiane sono pregiudizi apprezzabili in termini di danno non patrimoniale. A ciò deve aggiungersi che il diritto al rispetto della propria vita privata e familiare è uno dei diritti protetti dalla Convenzione europea dei diritti umani. La Corte di Strasburgo ha fatto più volte applicazione di tale principio anche a fondamento della tutela alla vivibilità dell’abitazione e alla qualità della vita all’interno di essa, riconoscendo alle parti assoggettate ad immissioni intollerabili un consistente risarcimento del danno morale, e tanto pur non sussistendo alcuno stato di malattia. La Corte ha più volte condannato, per violazione dell’art. 8, gli Stati che, in presenza di livelli di rumore significantemente superiori al livello massimo consentito dalla legge, non avessero adottato misure idonee a garantire una tutela effettiva del diritto al rispetto della vita privata e familiare".

Poi Sos Geotermia continua: "Quello che sosteniamo da anni, cioè che si tratta di energia inquinante e speculativa, pian piano trova riscontri anche nelle aule di giustizia. Se ne facciano una ragionamento: ancora di più oggi denunciamo ad alta voce i danni e i rischi di queste scellerate scelte energetiche e chiediamo la moratoria generale di tutta le geotermia toscana, esistente e di progetto".



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità