comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 16°28° 
Domani 14°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Venezia, il test del Mose visto dall'elicottero della polizia

Attualità lunedì 02 gennaio 2017 ore 16:50

E' tempo di befane

La sera del 5 gennaio, a Santa Fiora e nelle frazioni, cantori e suonatori accompagneranno la Bafana per vie, case e piazze



SANTA FIORA — Una tradizione tipica della Maremma Toscana e dell’Amiata, ormai persa in molti paesi, rimane viva e attesissima a Santa Fiora (Grosseto), e soprattutto nelle frazioni: è la Befanata. La sera del 5 gennaio, a Bagnore, Bagnolo, Marroneto, Selva e Santa Fiora, passeggiando per le vie del paese sarà facile imbattersi in compagnia di cantori e suonatori vestiti con abiti poveri, suonando, cantando e ballando i canti della tradizione.

La brigata è composta da persone di ogni età unite dalla voglia di divertirsi, che accompagnano per le case e nei poderi la Befana, il Befano e in alcune frazioni la figlia della Befana, da maritare. Ogni famiglia si prepara a ricevere nella propria abitazione la rocambolesca comitiva stando al gioco delle battute, che non mancano mai, e ricambiando la visita con un dono che può essere del cibo, o una mancia.

Spesso viene offerto da bere un bicchiere di vino che contribuisce a scaldare l’atmosfera e a mettere tutti di buon umore. Lo spettacolo è ogni volta garantito, e soprattutto sempre imprevedibile, perché molto si basa sulla capacità dei befanotti di improvvisare esilaranti botta e risposta che creano divertenti siparietti teatrali.

A Santa Fiora, in via dell’Olmo, inoltre, per i più piccoli rimarrà aperta fino al 6 gennaio la casa della Befana, aperta tutti i pomeriggi dalle 17 alle 19 e 30.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità