QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 16°21° 
Domani 15°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
domenica 22 settembre 2019

Politica sabato 04 marzo 2017 ore 13:14

"In paese chiudono decine di attività"

Allarme lanciato dal gruppo di opposizione "Un Comune per tutti": "A Santa Fiora chiudono decine di attività commerciali"



SANTA FIORA — Questo mese lo dedicheremo alla “inaugurazione delle chiusure commerciali”: è triste - scrivono in una nota congiunta Ciaffarafà, Albertini e Vichi della lista Un Comune per tutti - ma è la realtà di questo comune. 

Siccome il Sindaco, come sempre avulso dalla realtà, fa lo “splendido” e si fa fotografare mentre taglia un nastro inaugurativo di una attività commerciale, sappia che altre dieci attività chiudono i battenti sotto la sua amministrazione.

In soli tre anni, senza aver messo in campo nessuna strategia e nessun sostegno, a commercianti e piccoli imprenditori, molte attività purtroppo hanno chiuso nel silenzio assordante dell'amministrazione: pensare che qui (a Santa Fiora, ndr) piovono soldi come due milioni e mezzo d’euro all’anno, a fronte di 2600 abitanti, senza che si sappia che fine fanno, anche se lo immaginiamo.

Hanno chiuso - continua la nota - solo per fare qualche esempio, un macello a Bagnolo, un panificio a Santa Fiora, una ferramenta a Bagnore, un’officina meccanica, una lavanderia, un bar nel capoluogo e da ultimo due negozi di abbigliamento, uno dei quali era sulla piazza da 50 anni. 

Tutto questo mentre il sindaco e i suoi amici si fanno “belli” di una iniziativa, senza dubbio positiva, ma che riflette una crisi enorme di un comune ricco e pieno di soldi dove tanti cittadini sono stati costretti a chiudere perché non arrivavano a fine mese.

Questa amministrazione, con in capo il sindaco e tutti i consiglieri di maggioranza, non ha fatto assolutamente niente in questi tre anni: pensare che sarebbe bastato ascoltare le nostre proposte a sostegno delle attività esistenti per scongiurare questa catastrofe irreversibile e dare un sostegno alle attività di questo comune. 

Noi abbiamo proposto l’azzeramento delle tasse comunali per tre anni alle attività commerciali finanziate con i proventi della geotermia, ma è come parlare ai sordi: sono troppo intenti a pensare a farsi belli sulla stampa invece che riflettere e trovare soluzioni reali per il paese: siamo di fronte a un'incapacità oggettiva, ma anche  - concludono i tre consiglieri - a un menefreghismo di tutto il Pd, e dei suoi consiglieri comunali, che a tutto pensano fuorché a fare una politica costruttiva e di sviluppo per il comune.



Tag

Conte ad Atreju: «Renzi non è un demolition man»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Attualità