QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABBADIA SAN SALVATORE
Oggi 18° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News amiata, Cronaca, Sport, Notizie Locali amiata
lunedì 12 novembre 2018

Politica lunedì 08 maggio 2017 ore 12:28

Cassia, soddisfazione per il bypass

Da pochi giorni è aperto il bypass sul fiume Paglia, che rende la Cassia di nuovo percorribile. Soddisfazione di automobilisti e istituzioni



RADICOFANI — Dopo quasi tre anni di attesa è aperto il bypass provvisorio sulla Cassia, nel comune di Radicofani (Siena). Si tratta di un passaggio di vitale importanza per numerose aziende che lavorano nella zona; ma anche per i turisti, e per i tanti pendolari che ogni giorno sono costretti a passarci per lavoro. 

"E’ la fine di un incubo - dice Michele Santoni, presidente di Cna Fita (associazione che rappresenta le piccole e medie imprese nel settore autotrasporto), e autista di tir - Per noi la Cassia è l'autostrada del Sole: tutte le merci dell'alto Viterbese, o il basso Grossetano, per raggiungere i nodi di grande comunicazione, Siena, Arezzo e Firenze, transitano da qui. Per le aziende che rappresento - spiega - questa chiusura è stato un danno enorme, quasi catastrofico; dai nostri studi abbiamo quantificato che ogni azienda, per ogni mezzo, ha subito un costo aggiuntivo di circa 25 mila euro. Da oggi tutta la zona del sud di Siena troverà nuova luce. Adesso ci sono tre viadotti, 'gemelli' di quello danneggiato, che devono essere monitorati, senza ritardi».

"Certamente la burocrazia, e il coinvolgimento di più enti, non ci sono stati di aiuto - spiega il presidente della provincia di Siena Fabrizio Nepi -; ma i lavori finalmente sono terminati, e da oggi la Cassia è di nuovo collegata. Ci tengo a dire che, oltre al bypass, abbiamo sistemato una frana nella galleria le Chiavi, ripristinando totalmente la viabilità".

I lavori sono costati alla Regione 1,5 milioni di euro, mentre altri 150 mila sono stati aggiunti per lo studio della tenuta di altri ponti, sempre sulla Cassia senese.

Soddisfatto anche Fabrizio Tondi, sindaco di Abbadia San Salvatore: «Siamo contenti – afferma - si tratta di un traguardo sofferto ma raggiunto. Oltre al bypass c’è stata un’ulteriore parte propositiva legata ai costi per lo studio del nuovo ponte; la Regione ci sta dando attenzione, e questo è importante. Le difficoltà sono derivate soprattutto dallo smantellamento delle provincie, e la conseguente confusione istituzionale. Questa cosa deve servire da esempio affinché un ritardo simile non si ripeta più, specialmente in una strada così importante».

La provincia di Siena, insieme con gli enti locali, ha trovato una soluzione definitiva, che prevede la realizzazione di un nuovo viadotto, per un costo che si aggira intorno ai 7 milioni di euro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità